NEWS
“Accidents de la vie courante (AcVC) : parents et enfants face au risque d’incendie domestique” (ATTITUDE PREVENTION - REPORT)
“Prev’Attitude: une journée pour alerter sur les accidents de la vie courante” (FFA - WEBPAGE DI PRESENTAZIONE DELLO STUDIO - 07.11.2019)
Incendie domestique: près de 9 parents sur 10 ont déjà eu un comportement à risque” (ATTITUDE PREVENTION - WEBPAGE DI PRESENTAZIONE E RISULTATI DELLO STUDIO - 07.11.2019)
ATTITUDE PREVENTION - https://www.attitude-prevention.fr
FFA – FÉDÉRATION FRANÇAISE DE L’ASSURANCE - https://www.ffa-assurance.fr/
Rischio incendio, Abitazione


E’ stata recentemente pubblicata, dall’Associazione “Attitude Prévention”, la nuova edizione di un’indagine campionaria(1), dedicata all’analisi dei rischi legati alla vita e alle attività quotidiane(2).

La presente edizione è dedicata, in via specifica, al rischio di incendio in ambito domestico ed evidenzia la generalizzata consapevolezza degli adulti (86% del campione) di aver tenuto comportamenti “a rischio” anche in presenza dei propri figli.

Si tratta, in particolare, di quanto segue:

  • lasciare costantemente collegati gli apparecchi elettrici (74%);
  • lasciare incustoditi alimenti in corso di cottura (48%);
  • prese elettriche in stato di sovraccarico (43%);
  • lasciare acceso il camino o la stufa nelle ore notturne (32%);
  • lasciare  incustodito un apparecchio riscaldatore acceso (ad esempio, ferro da stiro)  (25%);
  • candele accese in una stanza, in assenza di controllo (22%).

Tali comportamenti, segnala l’indagine, sono principalmente motivati da ragioni di comodità (60%), dall'abitudine (53%), dalla disattenzione (44%) e dalla mancanza di percezione del pericolo (35%).

Solo  il 55% dei genitori è informato sul comportamento da tenere in caso di incendio fra le mura domestiche.  Chi non lo è, precisa di "non averci pensato" (55%),  di "sapere già cosa fare" (23%),  di "sentirsi al sicuro a casa" (15%);  tuttavia, il 15% dei genitori  è già stato vittima di un incendio fra le mura domestiche  e solo 3  su 10 hanno definito un piano di evacuazione in caso di pericolo.

La maggior parte dei genitori (87%)  afferma di aver impartito  ai figli istruzioni o consigli per evitare un incendio in casa.  I minori sostengono  di aver ricevuto istruzioni dai genitori per far fronte al pericolo (63%), ma  indicano anche (55%) che gli stessi adulti hanno lasciato oggetti  potenzialmente pericolosi alla loro portata (accendini, fiammiferi, candele).

Un capitolo a parte meritano, infine, i “comportamenti a rischio incendio” in occasione di momenti di festa. Tra i principali: il collegamento di un gran numero di apparecchi elettrici su una stessa presa multipla (45%), l’acquisto di giocattoli senza verificare la conformità alle norme CE e che non siano contraffatti (32%), l’uso di decorazioni infiammabili (31%).

________________

(1)  Il  sondaggio è stato condotto online da OpinionWay dal 25 settembre al 10 ottobre 2019, su un campione rappresentativo di 1.012 genitori (con almeno un minore di età inferiore a 15 anni) e 502 bambini/ragazzi  di età compresa tra 6 e 12 anni.

(2)  Per il precedente, si veda: “Francia: sottostimati i rischi della vita quotidiana. Indagine di Attitude Prévention”, in Panorama Assicurativo n. 182, dicembre 2018 (Sezione “NEWS”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=40170&est=1

STATISTICHE