LETTER from Gareth Truran - «PRA current areas of focus for general insurance firms»
Letter to Chief Executives of general insurance firms regulated by the PRA – (05 Nov. 2019)
LETTER from James Orr – «Feedback from recent PRA reserving reviews»
Letter to Chief Actuaries of general insurance firms regulated in the UK – (05 Nov. 2019)
BOE – BANK OF ENGLAND (PRA - PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY)
https://www.bankofengland.co.uk/
Assicurazione danni, Riserve tecniche

 

Il 5 novembre scorso, la Prudential Regulation Authority (PRA) del Regno Unito ha pubblicato due Lettere destinate alle imprese operanti nel comparto danni. Esse hanno ad oggetto, rispettivamente, le aree su cui concentrerà l’attenzione della Vigilanza  nel prossimo esercizio e un feedback ai responsabili dell’Attuariato  per evidenziare i risultati del  review work svolto da PRA in tema di riservazione e gestione sinistri.

« PRA current areas of focus for general insurance firms»

Per quanto riguarda la prima Lettera, le aree ritenute prioritarie da PRA nel prossimo esercizio sono:

  • l'adeguatezza delle riserve e gli aspetti connessi alla governance e al controllo, in particolare alla luce degli sviluppi emergenti sul fronte del rischio;
  • la  misura in cui le imprese stanno dimostrando disciplina nelle strategie e nell’attività di sottoscrizione;
  • i trend dei rischi emergenti, le  pratiche di exposure management delle imprese, inclusi gli accumuli di rischio per le catastrofi naturali e man-made;
  • la comprensione delle risposte delle imprese danni retail  alla Review  realizzata da FCA (Financial Conduct Authority)  sulle pratiche tariffarie,  una volta che tale iniziativa sarà completata;
  • assicurare che le imprese sviluppino e  mantengano una cultura in cui lo staff si senta  libero di esprimere opinioni e sollevare istanze e criticità e che vi siano strumenti in essere a suo sostegno.

« Feedback from recent PRA reserving reviews»

Nella Lettera indirizzata ai Chief Actuaries,  l’Autorità pone in evidenza alcune questioni emerse dall’attività di vigilanza svolta nel corso dell’anno:

  • errori   nella valutazione delle riserve: alcune imprese  si sono concentrate su un potenziale di sviluppo favorevole dei sinistri, eccedendo in ottimismo nella selezione degli Initial Expected Loss Ratios  in un  contesto invece caratterizzato  – secondo PRA –  da un peggioramento della sinistralità;
  • indebolimento della “case reserving basis”, come già evidenziato da PRA nel recente passato. La vigilanza incoraggia le imprese a rivedere l’adeguatezza del case reserving, soprattutto per quanto riguarda i rami di responsabilità civile;
  • inadeguata considerazione dell’impatto dell’ inflazione sui sinistri: PRA ha rilevato che non è stata data sufficiente considerazione al modo in cui l'inflazione potrebbe influire sui rami di attività a lungo termine (“long-tail”). La Vigilanza sottolinea che i portafogli caratterizzati da significative esposizioni nel settore r.c.  risultano particolarmente vulnerabili alla sottovalutazione delle riserve;
  • “Attritional loss deterioration”: in caso di deterioramento delle riserve legato ad “attritional losses”  di anni precedenti, PRA incoraggia le imprese a riconsiderare l’appropriatezza dei  loss development patterns;
  • Trasparenza su giudizi e ipotesi chiave nella MI (Management Information):  secondo la Vigilanza, le imprese potrebbero trarre vantaggio dalla ricerca di un migliore equilibrio tra un reporting  al Board dettagliato, per informare debitamente  il processo decisionale, e un reporting conciso, che sia pratico ed efficace  (presentazione più chiara delle ipotesi rilevanti, stime delle riserve chiaramente segnalate).

 

STATISTICHE
NEWS