NEWS
Melbourne Mercer Global Pension Index - 2019
MONASH UNIVERSITY (Centre for Financial Studies) - https://www.monash.edu/business/monash-centre-for-financial-studies
Previdenza


Non sono solo l’invecchiamento della popolazione e il declino del tasso di fertilità a mettere in crisi i sistemi pensionistici a livello mondiale, ma anche uno scenario macroeconomico dominato da tassi d’interesse bassi, se non negativi: questa è la premessa della nuova edizione del Melbourne Mercer Global Pension Index(1), il report che analizza 37 sistemi previdenziali realizzato dalla Monash University in partnership con la società di consulenza Mercer.

In un contesto sicuramente non facile, sono sempre più numerosi i Paesi che hanno adottato riforme dei sistemi previdenziali allo scopo di favorirne l’equilibrio economico-finanziario.

Tra le misure di riforma (suggerite anche dall’OCSE) rientrano:

  • l’innalzamento dell’età pensionabile;
  • l’aumento del tasso di partecipazione al lavoro delle classi di età più avanzate;
  • una maggiore diffusione della previdenza complementare.

Nell’edizione 2019 del Report, Olanda e Danimarca si confermano i Paesi che vantano un sistema previdenziale allo stesso tempo sostenibile, adeguato alle esigenze e corretto nell’offerta delle prestazioni (integrità)(2). Seguono nella classifica Australia, Svizzera, Germania, Canada e Norvegia.

L’Italia, con un rating pari a C (valutazione 52,2), conferma sostanzialmente la posizione dell’edizione precedente del Report; il nostro Paese sconta una bassa valutazione nella dimensione della sostenibilità (E), a fronte di giudizi superiori alla media per quanto riguarda adeguatezza e integrità.

_________________________

(1)  Per l’edizione precedente, si veda: “Pubblicata l’edizione 2018 del Melbourne Mercer Global Pensions Index”, in Panorama Assicurativo n. 181, novembre 2018 (Sezione “NEWS”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=40133&est=1

 (2) L’indice Melbourne-Mercer si basa su tre variabili: adeguatezza, sostenibilità e integrità, che corrispondono alle tre qualità fondamentali che un sistema previdenziale deve rispettare. L’impatto di queste tre variabili è sintetizzato in una valutazione numerica, che si traduce in un rating da A (livello più elevato) a E (completa inadeguatezza).

STATISTICHE