NEWS
« Polizze dormienti : cosa sono, cosa fare »
(L’ASSICURAZIONE IN CHIARO, ottobre 2019)
FORUM ANIA CONSUMATORI
ANIA – ASSOCIAZIONE NAZIONALE FRA LE IMPRESE ASSICURATRICI
http://www.ania.it/
Assicurazione vita, Polizze dormienti

 

Il Forum ANIA-Consumatori  ha recentemente pubblicato una Guida  che affronta il problema delle “polizze dormienti”, ossia quelle polizze vita in relazione alle quali nessuno fra i soggetti  coinvolti si è attivato ai fini di ottenere la liquidazione dovuta alla scadenza del contratto.

Nel  documento  - che intende rappresentare uno strumento informativo a beneficio, in particolare, dei consumatori - Il Forum  ricorda che IVASS, al fine di ridurre il rischio di “dormienza”, ha chiesto alle imprese  assicuratrici di attivare iniziative specifiche volte a ridurre il fenomeno, facilitando la verifica dei decessi degli assicurati e l’identificazione dei beneficiari. Ad esempio:

  • scambi di informazioni con gli intermediari;
  • comunicazioni periodiche ai clienti, per consentire ai familiari di venire a conoscenza dell’esistenza della polizza;
  • consultazione dell’Anagrafe del Comune di residenza del cliente, per aggiornare l’indirizzo o per verificare che l’assicurato non sia deceduto;
  • incrocio dei dati degli assicurati (codici fiscali) con l’Anagrafe Tributaria presso l’Agenzia delle Entrate, per verificare lo stato di esistenza in vita. Nel caso in cui tale incrocio evidenzi il decesso dell’assicurato, le imprese sono tenute ad attivarsi per rintracciare i beneficiari e fare quanto necessario al pagamento delle somme dovute.

Il documento contiene anche una serie di suggerimenti, destinati a consumatori e assicurati, per contenere il rischio di “dormienza” della polizza. In particolare:

  • monitorare periodicamente la posizione assicurativa sul sito Internet della compagnia;
  • conservare la documentazione contrattuale: un’accurata archiviazione evita il rischio di dimenticare l’esistenza della polizza;
  • informare della polizza i propri cari o le altre persone interessate, alle quali si suggerisce di consegnarne una copia;
  • avvisare sempre la compagnia assicuratrice di eventuali modifiche dell’indirizzo di residenza o del recapito della corrispondenza;
  • IVASS invita a designare i beneficiari in via specifica (nome, cognome e dati personali utili a rintracciarli), evitando indicazioni “generiche” (ad esempio: “eredi legittimi”). Nel caso si preferisca utilizzare una designazione “non specifica”, si consiglia di informare una persona di fiducia su cosa fare in caso di decesso;
  • nel caso in cui sia nota la presenza di una o più polizze ma non sia nota la compagnia di riferimento, è possibile rivolgersi al “Servizio Ricerca Polizze Vita” di ANIA.
STATISTICHE