NEWS
“Italy: making more use of insurance to build national resilience” (Economic Insights, Issue 17/2019)
Protection gap

 

Secondo le evidenze pubblicate da Swiss Re Institute, in una recente edizione di Sigma, l'Italia è al penultimo posto in un campione di 31 Paesi in termini di resilienza macroeconomica. Con una bassa resilienza, la capacità dell'economia di resistere agli shock è debole e, in tale contesto, l'utilità dell'assicurazione risulta particolarmente evidente.

Una nuova edizione di Economic Insights del riassicuratore svizzero è dedicata proprio al tema del rafforzamento della resilienza nel nostro Paese. Le principali evidenze del documento sono le seguenti:

  • l'Italia sta affrontando una prolungata stagnazione economica, con una popolazione in calo e ampi gap di protezione;
  • con il 131% del PIL, il debito pubblico italiano è il secondo più alto in Europa. Con le finanze pubbliche sotto pressione, lo Stato sta spostando sempre più l'onere della protezione finanziaria sugli individui;
  • ciò ha portato, ad esempio, a un aumento del 10% annuo dei fondi pensione assicurativi privati nell'ultimo decennio;
  • i recenti incentivi del settore pubblico hanno anche determinato una maggiore diffusione delle coperture private per catastrofi naturali;
  • ciononostante, il settore pubblico e quello privato devono fare di più per migliorare la resilienza del Paese a fronte di ancora ampi gap nel campo della previdenza, dell’assistenza sanitaria e delle catastrofi naturali.
STATISTICHE