Donatien HAINAUT, Pierre DEVOLDER, Antoon PELSSER
“Robust evaluation of SCR for participating life insurances under Solvency II”
Assicurazione vita, Solvency Capital Requirement


Gli Autori propongono un framework per la valutazione del requisito patrimoniale di solvibilità (SCR) per i prodotti vita con partecipazione agli utili e garanzie in caso di morte.
L’importanza di un framework robusto deriva dall’ambiguità  conseguente all’incompletezza dei mercati, dai limiti dei modelli utilizzati per il calcolo del SCR e dalla non corretta specificazione dei parametri.

Al fine di incorporare l’incertezza nelle procedure di valutazione, gli Autori considerano una serie di misure di pricing potenzialmente equivalenti che si avvicinano a quelle reali.
In tale framework, sono individuate le espressioni in forma chiusa per il Net Asset Value (NAV) e i relativi momenti.

Si procede poi ad approssimare il valore del SCR tramite il Value at Risk di variabili causali gaussiane o normali gaussiane inverse, avvicinandosi alla distribuzione del NAV e approssimata dal matching dei suoi momenti campionari.

Dall’esercizio si ricavano alcune indicazioni di rilievo.

In primo luogo, se le prestazioni in caso di morte sono significativamente più elevate delle corrispondenti riserve, la Best Estimate è valutata con un mortality risk premium.
In secondo luogo, l’utilizzo di un modello robusto porta a una stima prudente del NAV, ma ciò non implica necessariamente un aumento del SCR.
Infine, quando si considera l’ambiguità in base a una misura di probabilità reale, il worst case scenario utilizzato per valutare l’SCR può variare con l’orizzonte temporale.

STATISTICHE
NEWS