STATISTICHE
“Osservatorio sulla spesa pubblica e sulle entrate 2019 – Dichiarazioni dei redditi ai fini IRPEF 2017 per importi, tipologia di contribuenti e territori e analisi delle imposte dirette” - Sesta indagine conoscitiva sui dati 2017 e analisi comparativa degli ultimi dieci anni di dichiarazione 2008-2017
Economia italiana, Reddito


Realizzato nell’ambito dell’attività di monitoraggio della spesa pubblica (con particolare attenzione alla sostenibilità del sistema di sicurezza sociale italiano), l’Osservatorio del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali analizza - su base annuale -  le dichiarazioni individuali dei redditi IRPEF e quelle aziendali relative all’IRAP, con l’obiettivo di elaborare indicatori utili a delineare il profilo di distribuzione dei redditi dichiarati e, dunque, a comprendere l’effettiva situazione socio-economica del Paese.

Nel dettaglio, la pubblicazione  – giunta alla sua sesta edizione – si avvale del vasto database reso disponibile dal  Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia e delle Finanze, nonché dei dati ISTAT relativamente alla popolazione residente, allo scopo di realizzare una puntuale analisi - su base annuale -  delle dichiarazioni IRPEF e IRAP, facendo riferimento ai redditi 2017 per le  dichiarazioni rese nel 2018, nel primo caso, e ai redditi 2016 dichiarati nel 2017, nel secondo (ultimi dati disponibili al momento dell’elaborazione del documento).

In particolare, per quanto riguarda l’IRPEF, l’analisi dei redditi è stata svolta per tipologie di contribuenti (lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati e altri dichiaranti), per scaglioni di reddito e per Regione (inclusa la ripartizione territoriale delle addizionali IRPEF regionali e comunali). In merito all’IRAP, il testo presenta la distribuzione territoriale dell’imposta per Regione.

Nel delineare un quadro il più possibile completo, l’Osservatorio estende inoltre il campo d’indagine anche alle principali imposte dirette e indirette (in particolare IRES e ISOST, con un accenno a TASI e IMU e un breve focus sull’IVA) che concorrono alle entrate fiscali del Paese e al finanziamento del suo welfare.
A questa analisi si affianca, infine, un’indagine comparativa relativa agli ultimi 10 anni di dichiarazione dei redditi, utile a comprendere gli andamenti dal 2008 al 2017 di alcune variabili economiche di primaria importanza per la stabilità dei conti italiani.

NEWS