“Volatility adjustment under the loop. A Risk Management approach for the Volatility Adjustment” (WEBPAGE DI PRESENTAZIONE)
“Volatility adjustment under the loop” (PAPER, febbraio 2018)
Solvency II, Volatility adjustment

 

Il tema del Volatility Adjustment (VA) continua a essere un tema di grande attualità nell’ambito del dibattito sulla revisione di Solvency II.

Come è noto, il Volatility Adjustment è una delle misure previste per consentire alle imprese che offrono prodotti con garanzie di lungo termine di attutire gli impatti di una volatilità eccessiva dei mercati finanziari sulla propria situazione di solvibilità. Esso consiste in una maggiorazione della curva “risk-free” utilizzata per il calcolo delle riserve tecniche, calcolata sulla base dello spread riferito a un portafoglio rappresentativo.

Un recente documento redatto da Deloitte è dedicato proprio al tema del VA e ai suoi possibili miglioramenti.

Gli Autori sottolineano anzitutto che l’utilizzo di un portafoglio di attivi rappresentativi generico e il conseguente aggiustamento della curva di sconto per le passività sono aspetti positivi, che perseguono l’obiettivo di una coerenza nel calcolo degli indici di solvibilità nell’ambito del 1° pilastro di Solvency II.  Tuttavia, è possibile rendere l’approccio più personalizzato nell’ambito del sistema di governance (2° pilastro).

Gli Autori propongono, in particolare, un “Own VA Assessment” basato sulle seguenti considerazioni:

  • si riscontra che, a livello europeo, la composizione dei portafogli di investimento delle imprese assicuratrici può differire in misura significativa. Da un punto di vista di risk management, risulterebbe più appropriato partire dal portafoglio specifico delle singole imprese e ricavare le fluttuazioni nel valore di mercato degli attivi non dipendenti dal rischio di default;
     
  • se il VA è aggiunto alla curva risk-free per il calcolo delle riserve tecniche, è necessario correlare gli attivi e le passività dell’impresa considerando i gap di duration e la misura in cui le passività sono coperte dal portafoglio di titoli a reddito fisso.

Pertanto, nel paper viene individuato un approccio alternativo per determinare il Volatility Adjustment il cui scopo è perseguire i sopra menzionati obiettivi, rispettando le caratteristiche originarie dello strumento.

STATISTICHE
NEWS