Graeme DOUGLAS, Matt ROBERTS-SKLAR
“What drives UK defined benefit pension funds’ investment behaviour?”
(Staff Working Paper No. 757 - Oct. 2018)
BOE – BANK OF ENGLAND
https://www.bankofengland.co.uk/
Fondi pensione, Prestazioni definite, Rendimenti


Gli Autori sviluppano un modello strutturale per spiegare il comportamento di investimento dei fondi pensione a prestazioni definite (Defined Benefits – DB).

Il modello è calibrato sull'insieme del settore dei fondi pensione britannici – un settore che detiene investimenti per circa 1.500 miliardi di sterline – e su quattro diverse coorti di fondi. Si utilizza il modello per stimare in che modo i fondi possano adeguare i loro portafogli di investimenti a fronte di diversi shock esogeni.

I risultati indicano che i fondi pensione sono sensibili agli shock che modificano i loro indici di finanziamento (“funding ratios”) –   ossia il rapporto tra attività e passività pensionistiche.

Un deterioramento dei coefficienti di finanziamento incentiva i fondi pensione sostenuti da sponsor aziendali finanziariamente deboli a convertire alcuni investimenti azionari in titoli a reddito fisso. Questo perché un minore indice di finanziamento pesa sulla vulnerabilità percepita di sponsor aziendali già deboli. Ma deterioramenti simili dei funding ratios, invece, incoraggiano i fondi pensione sostenuti da società finanziariamente più forti ad aumentare i loro investimenti azionari per beneficiare dei maggiori rendimenti attesi.

Al contrario, gli shock che determinano miglioramenti sostanziali degli indici finanziari - ad esempio,  conseguenti a un forte aumento dei tassi di interesse - incoraggiano tutti i fondi pensione a rafforzare i loro portafogli di titoli obbligazionari al fine di "bloccare" i vantaggi conseguiti.

STATISTICHE
NEWS