NEWS
“Addressing the challenges for future success” (REPORT - 13 July 2018)
INSURANCE IRELAND - www.insuranceireland.eu
PWC - www.pwc.ie
Analisi dei mercati

 

Il  report recentemente pubblicato dall’Associazione irlandese delle imprese assicuratrici (Insurance Ireland) - insieme a PWC - raccoglie idee e opinioni provenienti dai vertici (CEO)  delle imprese assicuratrici in merito alle tendenze che influenzano l'industria, alle prospettive  e alle future opportunità di crescita.  

Il documento è basato sui risultati di un sondaggio condotto nell’estate 2018, finalizzato a fornire una panoramica su trend e mutamenti in atto nel settore; le evidenze sono state raggruppate secondo specifiche “parole chiave”:

Fiducia:
nonostante una flessione rispetto al dato dell’anno precedente (90%), la maggioranza dei CEO (83%) si mantiene fiduciosa in merito a una possibile crescita del business nell'anno a venire. Quasi i due terzi del campione (61%) prevedono di espandere la forza lavoro (e il 15% intende farlo in misura superiore al 10%).

Sfide aperte:
si è rafforzata l’opinione secondo cui alcuni fattori potrebbero costituire un elemento di disturbo allo sviluppo dell’attività assicurativa; si tratta dell’eccessiva regolamentazione, degli effetti della Brexit, delle tecnologie emergenti, delle modificazioni  nel comportamento della clientela, delle variazioni del contesto fiscale internazionale, della scarsa performance nell’ambito degli investimenti e, infine, dei rischi cyber.

Innovazione e tecnologia:
Nonostante i potenziali “effetti dirompenti” delle tecnologie emergenti sul mercato, i CEO riconoscono che esse rappresentano una fonte di preziose opportunità per l’industria assicurativa: il 71% del campione ritiene, infatti, che nei prossimi cinque anni la maggior parte delle aziende sarà dotata di  coperture per i rischi cyber. Due terzi (66%) degli intervistati hanno anche affermato che al settore assicurativo viene richiesto un maggior dispendio di forze per rispondere alle mutevoli abitudini di acquisto della clientela;  è evidente, secondo i CEO,  che la tecnologia digitale si sta  ritagliando un ruolo maggiore anche nei processi decisionali all'interno delle imprese e non costituisce  più un mero “strumento operativo”.

Brexit:
Il 17% degli intervistati ha riferito che la propria compagnia sta considerando la possibilità di trasferire, in tutto o in parte, le proprie operazioni nel post-Brexit (e il Lussemburgo è considerato il Paese con il regime regolamentare più competitivo nel confronto con l'Irlanda).

Priorità del Governo:
Secondo i CEO,  le maggiori priorità sono rappresentate dal garantire competitività con riguardo ad aspetti quali il costo del lavoro, il costo dei sinistri e il regime fiscale riservato alle società. Il sondaggio evidenzia poi un  diffuso clima di fiducia nei confronti di una possibile crescita futura, anche se alcune sfide si stanno acutizzando: ad esempio, mentre il 77% del campione ha indicato la presenza di maggiori opportunità di crescita rispetto a tre anni fa, il 66% ha invece evidenziato che sono presenti anche maggiori rischi. Le opportunità di crescita riguardano principalmente l’espansione in nuovi mercati, la diversificazione di prodotto e l’innovazione; le potenziali “minacce” sono invece costituite dai bassi tassi di interesse, dalla disponibilità di talenti all’interno del settore, dall’incerto contesto internazionale (Brexit e altri rischi geopolitici).

Eliminare gli ostacoli alla crescita e facilitare un processo di trasformazione delle imprese costituiscono le priorità, così come agevolare il cambiamento culturale e strutturale; si tratta, tuttavia, di compiti di così ampia portata che le partnership rappresenteranno un elemento di cruciale importanza per la loro realizzazione. Saranno favorite quelle imprese che non si dimostreranno riluttanti ad affrontare eventuali inefficienze, ponendo l’innovazione al centro delle proprie strategie organizzative.

STATISTICHE