Till FÖRSTEMANN
“Lethal lapses – how a positive interest rate shock might stress life insurers”
FAU – FRIEDRICH-ALEXANDER UNIVERSITAT ERLANGEN-NURNBERG
https://www.vwrm.rw.fau.de/
Assicurazione vita, Riscatti

 

I prodotti di assicurazione sulla vita sono prodotti di risparmio a lungo termine che offrono una protezione, tra l’altro, contro i rischi di mercato. In genere, tali prodotti prevedono la possibilità, per i clienti, di prelevare i fondi se la protezione fornita perde la sua utilità.
Di conseguenza, gli assicuratori sulla vita hanno una base di finanziamento stabile durante condizioni macroeconomiche normali; in tali periodi, possono essere considerati come investitori che perseguono una strategia “buy-and-hold” e forniscono finanziamenti a lungo termine al più ampio sistema finanziario e all'economia reale.

Tuttavia, gli assicuratori vita potrebbero perdere questa funzione in periodi di forti shock macroeconomici. Quando la protezione offerta contro i rischi di mercato diventa meno appetibile, i clienti hanno un incentivo a rendere liquidi i propri contratti assicurativi, con la conseguenza che le imprese assicuratrici sono costrette a smobilizzare i propri asset. Data la loro importanza come investitori a lungo termine, ciò potrebbe provocare una spirale al ribasso dei prezzi delle attività sui mercati.

Questo paper, che rappresenta la versione ampliata e aggiornata di un lavoro precedente(1), elabora un modello di "customer run" e stima un livello “critico” dei tassi di interesse, specifico per ogni impresa, oltre il quale una tale “corsa dei consumatori” a riscattare il proprio contratto sarebbe razionale.

Facendo riferimento alla situazione in Germania, l’Autore osserva che la resilienza degli assicuratori vita rispetto a uno shock al rialzo dei tassi di interesse si è indebolita durante la crisi finanziaria e del debito sovrano, nonché nel successivo prolungato periodo di bassi tassi di interesse. Il tasso medio di interesse “critico” è sceso dal 5,9% nel 2007 al 3,3% nel 2016. Nel 2016 il 5% degli assicuratori vita tedeschi più vulnerabili sarebbe stato a rischio qualora i tassi di interesse fossero aumentati dallo 0,2% al 2,5%.
Emerge inoltre che se, per esempio, i tassi di interesse dovessero aumentare di 3 punti percentuali, gli asset delle imprese vita a rischio ammonterebbero a 1.200 milioni di dollari. Anche nei segmenti del mercato finanziario più liquidi e meno rischiosi, una vendita di queste attività potrebbe spingere ulteriormente i tassi al rialzo per circa 7 punti base.

L'analisi svolta ha confini ben precisi e la ricerca futura può estenderla sotto diversi aspetti. Ulteriori lavori potrebbero prendere in considerazione meccanismi di sicurezza, come schemi di protezione e interventi normativi, che consentano una redistribuzione tra diverse imprese vita, o ipotesi sul comportamento della vigilanza di fronte al problema. Altri aspetti comportamentali, inoltre, potrebbero essere aggiunti al modello.

_________________
(1)  Si veda: “L’impatto di un rialzo dei tassi di interesse sulla solvibilita’ degli assicuratori vita in Germania. Un Paper Bundesbank”, in Panorama Assicurativo n. 143, settembre 2015 (Sezione “FOCUS”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=37042&est=1

STATISTICHE
NEWS