NEWS
“2018 Global Retirement Index. An in-depth assessment of welfare in retirement around the world”
Pensioni

 

Natixis pubblicato la sesta edizione (2018) del Global Retirement Index, il report di valutazione del grado di solidità e sostenibilità dei sistemi previdenziali a livello internazionale.

Sono 43 i Paesi analizzati: le economie avanzate secondo il Fondo Monetario Internazionale, i Paesi OCSE e i BRIC (Brasile, Russia, India e Cina).

Secondo gli Autori, vi sono cinque “minacce” che possono mettere a rischio la sicurezza dei sistemi pensionistici:

  • una prolungata politica monetaria espansiva, con bassi tassi di interesse;
  • crescita economica debole e crescente peso del debito pubblico;
  • costante aumento dei tassi di dipendenza degli anziani;
  • cambiamento climatico;
  • erosione della qualità della vita dei pensionati.

Sono presi in considerazione diciotto indicatori di performance, che esprimono il benessere e la sicurezza finanziaria dei pensionati, raccolti in quattro macro aree: qualità della vita (contesto sociale e ambientale), salute e sanità, benessere materiale, situazione finanziaria dopo il pensionamento.

Il Paese che ottiene l’indice più elevato è la Svizzera, in ragione dell’elevata qualità della vita e degli ottimi indicatori finanziari e sanitari; seconda è l’Islanda e terza la Norvegia. In generale, i Paesi nordeuropei ottengono i valori più elevati.

L’Italia risulta al 29° posto, in ragione di una buona performance relativa alla salute/sanità e alla qualità della vita, ma di livelli appena superiori alla media per quanto riguarda la situazione finanziaria e il benessere materiale.

STATISTICHE