STATISTICHE
“Le tendenze di medio-lungo periodo del sistema pensionistico e socio-sanitario. Rapporto n. 19”
RGS – RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO
http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/home.html
Pensioni, Sanità

 

Il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha recentemente pubblicato il rapporto che illustra e analizza le previsioni di medio-lungo periodo della spesa pensionistica e socio-sanitaria elaborate con i modelli della RGS, aggiornati al 2018.

Rispetto alla Nota di aggiornamento del precedente Rapporto (1), gli scenari di previsione non hanno subito modifiche rilevanti, in relazione sia al breve che al medio-lungo periodo.

Dopo la crescita nel triennio 2008-2010, imputabile esclusivamente alla fase acuta della recessione, il rapporto fra spesa pensionistica e PIL risente negativamente dell’ulteriore fase di recessione degli anni successivi e, segnatamente, del quadriennio 2012-2015.
A partire dal 2016-2017, in presenza di un andamento di crescita più favorevole e della prosecuzione graduale del processo di innalzamento dei requisiti minimi di accesso al pensionamento, il rapporto fra spesa pensionistica e PIL è atteso decrescere, fino ad arrivare al 15,1% tra il 2019 e il 2021. Nel decennio successivo inizia una fase di graduale aumento, in cui il rapporto si attesta attorno al 15,3% fra il 2024 e il 2030, per poi crescere con maggiore intensità fino a raggiungere il 16,2% nel 2044. Successivamente, il rapporto scende rapidamente, portandosi al 15,5% nel 2050 e chiudendo al 13,1% nel 2070, con una decelerazione pressoché costante nell’intero periodo.

Nell’ipotesi del pure ageing scenario, la previsione del rapporto fra spesa sanitaria pubblica e PIL, dopo la flessione iniziale dovuta alle politiche di contenimento scontate nelle previsioni di breve periodo, presenta una crescita piuttosto regolare fra il 2023 e il 2050. Nell’ultima parte del periodo di previsione, il ritmo di crescita mostra una leggera flessione dovuta all’uscita delle generazioni del baby boom. Complessivamente, il rapporto si incrementa di oltre un punto percentuale, passando dal 6,6% del 2017 al 7,7% del 2070.

Sempre nell’ipotesi del pure ageing scenario, la previsione della spesa pubblica per LTC in rapporto al PIL presenta una sostanziale stabilità, nel periodo 2017-2022, dovuta essenzialmente al meccanismo di indicizzazione vigente per le indennità di accompagnamento. Successivamente, l’ipotesi di indicizzazione alla dinamica nominale del PIL pro capite e l’accentuazione del processo di invecchiamento della popolazione comportano una crescita del rapporto abbastanza regolare. Nell’intero periodo di previsione, il rapporto fra spesa per LTC e PIL passa dall’1,7% del 2017 al 2,6% del 2070.

 

_______________________
(1)
Si veda, al riguardo: “Ragioneria Generale dello Stato: nota di aggiornamento delle previsioni pensionistiche e sanitarie”, in Panorama Assicurativo n. 166, agosto 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38879&est=1

NEWS