NEWS
“Smart cities: Digital solutions for a more livable future” (giugno 2018)
Rivoluzione digitale

 

“Smart City”, la città intelligente, è un insieme di strategie di pianificazione urbanistica con l’obiettivo di innovare e ottimizzare i servizi pubblici, mettendo in relazione le infrastrutture materiali delle città con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi vi abita. Grazie alla economia digitale, le strategie utilizzabili sono sempre più numerose e relative a diversi settori: i trasporti, la logistica, i servizi alla cittadinanza.

A questi temi è dedicato un report di McKinsey che affronta, tra gli altri, il tema della mobilità condivisa e degli effetti del diffondersi delle automobili a guida autonoma sul futuro delle città.

Secondo l’analisi della società di consulenza, già con le attuali applicazioni dell’economia digitale è possibile impostare strategie di pianificazione e organizzazione urbanistica in grado di ridurre il numero delle vittime dell’8-10%, di accelerare la risposta alle emergenze di un 20-35%, di risparmiare i tempi del percorso casa–lavoro del 15-20% e di ridurre l’incidenza delle malattie connesse all’inquinamento dell’8-15%.

Come emerge dallo studio di 50 città a livello mondiale, le aree urbane in grado di migliorare le condizioni di vita sono quelle che accettano con più rapidità e flessibilità la trasformazione. Molte di queste città sono in Asia: da una parte, hanno una popolazione generalmente più giovane e in grado di utilizzare con maggiore facilità gli strumenti digitali, dall’altra, soffrono di condizioni di vita e di sistema molto più problematiche rispetto ad altre zone del mondo.

Le applicazioni delle strategie di Smart City vanno dalla salute alla mobilità, dalla vita sociale all’organizzazione urbanistica, e implicano la partecipazione attiva e consapevole dei cittadini.

Attraverso un uso intelligente delle tecnologie, conclude il report, è possibile immaginare che la maggioranza delle città sia in grado di fare progressi significativi verso il raggiungimento di almeno il 70% dei Sustainable Development Goals dell’ONU.

STATISTICHE
NORMATIVA