STATISTICHE
“L’attività assicurativa nei rami vita I e III (2012 - 2017)” (Bollettino Statistico, Anno V - n. 10, agosto 2018)
IVASS – ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI
https://www.ivass.it/homepage/index.html
Assicurazione vita

 

IVASS ha pubblicato, nel Bollettino Statistico n.10, agosto 2018, i dati del conto tecnico vita dal 2012 al 2017 per i due rami maggiormente significativi, il I e il III, pari complessivamente al 96% della raccolta vita a fine 2017(1).

Il ramo I si è caratterizzato nel 2017 per un rilevante decremento del portafoglio, pari al -14,7% (62,8 miliardi di euro), maggiore di quello manifestatosi nel 2016 (-5,4%, per 73,6 miliardi di euro). Nell’ultimo biennio si è riscontrata una netta inversione di tendenza rispetto all’incremento della produzione tra il 2012 e il 2014, pari nel complesso al +27%.

Il ramo III ha avuto, nel periodo osservato, una crescita consistente, pari a +25,1% (30,1 miliardi di euro), con un tasso medio annuo del +16,8% e picchi di oltre il 40% nel 2014 e nel 2015. La crescita nel 2017 fa seguito a una consistente riduzione nel 2016, pari a -24,5% (24 miliardi di euro).

L’analisi dei conti tecnici nel 2017 mostra:

  • per il ramo I, un lieve incremento del rapporto oneri per sinistri/riserve matematiche (dal 5,7% del 2016 al 5,8%) e una riduzione delle operazioni di riscatto rapportate alle riserve matematiche;
     
  • per il ramo III, una riduzione dei due indici negli ultimi tre anni, dopo i valori elevati fatti registrare dagli oneri per sinistri tra il 2012 e il 2014, anche per liquidazioni dei contratti index linked come conseguenza della crisi economico-finanziaria;
     
  • una crescita delle spese di gestione sui premi contabilizzati nel ramo I, alla luce della sensibile flessione della raccolta, pari al 4,6% a fronte del 4,1% del 2016, mentre lo stesso indicatore per il ramo III è invariato rispetto al 2016, sebbene il portafoglio polizze si sia incrementato;
     
  • un risultato del conto tecnico 2017 in utile, al netto della riassicurazione, per il ramo I, con una incidenza del 3,8% sui premi lordi contabilizzati (era del 4% nel 2016); un risultato ancora positivo, al netto dell’effetto marginale della riassicurazione passiva, ma di importo inferiore per il ramo III, pari all’1,3% dei premi lordi contabilizzati (rispetto al 1,5% del 2016).

Le riserve tecniche del ramo I hanno registrato un incremento, come anche quelle del ramo III, queste ultime in ragione essenzialmente del contenimento degli oneri per sinistri e dell’incremento della produzione.

I redditi degli investimenti del ramo I hanno contribuito al conto tecnico per un importo pari a 13,5 miliardi di euro (erano 13,6 miliardi nel 2016), nonostante i bassi tassi dei titoli obbligazionari. Nel ramo III, contraddistinto da maggiore volatilità dovuta al diverso criterio di contabilizzazione degli attivi e dall’assenza di garanzie finanziarie per l’assicurato, gli investimenti hanno reso 18,8 miliardi di euro, a fronte di 15,4 miliardi di euro l’anno precedente.  

 

______________________
(1) Per il precedente report, si veda: “IVASS: pubblicati i dati sull’assicurazione vita nei rami I e III nel periodo 2011-2016”, in Panorama Assicurativo n. 168, ottobre 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39034&est=1

NORMATIVA
NEWS