Tobias BURKHART
“Surrender Risk in the Context of the Quantitative Assessment of Participating Life Insurance Contracts under Solvency II”
Assicurazione vita, Partecipazione agli utili, Rischio di riscatto

 

I contratti di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili danno diritto agli assicurati di partecipare al surplus annuale della società emittente. In genere, essi sono dotati anche di un'opzione di riscatto che consente al contraente di risolvere il contratto prima della scadenza, ricevendo un valore predeterminato.
L'opzione interagisce con le garanzie di tasso di interesse (spesso di tipo cliquet), che sono una caratteristica chiave dei tradizionali contratti con partecipazione agli utili. Le opzioni di riscatto possono influire in modo considerevole sulle passività dell’impresa assicuratrice e comportare rischi significativi.

Il paper in esame affronta il tema della considerazione di tali rischi nella valutazione quantitativa di un portafoglio assicurativo eterogeneo nell'ambito di Solvency II, tenendo conto della complessa interrelazione tra garanzie di interesse minimo, requisiti di riservazione e riconoscimento della partecipazione agli utili.

Il modulo del lapse risk della formula standard di Solvency II richiede l'identificazione dei segmenti di portafoglio che sono esposti a uno specifico cambiamento dei tassi di riscatto (aumento/diminuzione a lungo termine, aumento una tantum).
Gli Autori definiscono una metodologia che identifica gruppi di rischio omogenei, nel senso che il relativo stress aumenterebbe le passività dell'impresa assicuratrice. L’approccio può essere utilizzato per derivare una segmentazione appropriata nelle applicazioni pratiche. Si analizzano, poi, le implicazioni della segmentazione sul margine di rischio (come parte delle riserve tecniche di Solvency II) e si discutono le conseguenze delle opzioni degli assicurati sul calcolo della riserva Going Concern e dei Surplus Funds.

Per illustrare i risultati, si è creato un modello stocastico di bilancio e di proiezione dei flussi di cassa per una compagnia di assicurazioni sulla vita stilizzata.

Le conclusioni indicano che gli attuali metodi utilizzati sul piano pratico sottostimano il rischio di riscatto in ambito Solvency II e che i perfezionamenti proposti nei modelli possono migliorare l'adeguatezza dei coefficienti di solvibilità per le imprese che offrono prodotti vita con partecipazione agli utili.

STATISTICHE
NORMATIVA
NEWS