NEWS
Car Insurance: “Brake padding”. - Bad laws make driving in Motor City crippingly expensive
The Economist, July 7th, 2018 (p. 37)
Assicurazione auto

 

Un recente articolo apparso sull’Economist  analizza le criticità dell’assicurazione auto nella città americana di Detroit.

Il costo medio annuo per assicurare l’auto nella città del Michigan ha ormai raggiunto i 5.414 dollari, più del doppio della media dello Stato e quasi quattro volte la media nazionale.  Per la tipica famiglia di Detroit, che dispone di un reddito medio annuo di 26.000 dollari, la spesa per l’assicurazione auto rappresenta il 21% del reddito prima delle imposte.

Quali le ragioni di tale situazione, difficilmente sostenibile in prospettiva?

Larga parte della responsabilità - secondo l’articolo - è da attribuire allo Stato del Michigan, che ha introdotto politiche non adeguate a contenere il costo dei sinistri. In particolare, la normativa statale prevede che tutti i conducenti acquistino una polizza di tipo “no-fault” con massimali illimitati per le spese sanitarie.
Originariamente, l’obiettivo di tale misura era quello di una semplificazione delle procedure di risarcimento e di una riduzione del contenzioso; in realtà, è accaduto il contrario: è pressochè raddoppiato il numero di cause, sono esplosi i costi sanitari (passati dal 22% dei premi nel 2000 al 52% nel 2013), le frodi si sono moltiplicate.
A ciò si è aggiunto l’elevato numero di furti di auto e la carente manutenzione delle strade nel Michigan.

È stato inevitabile, pertanto, un vertiginoso rialzo dei prezzi delle coperture, con il corollario del rapido diffondersi del fenomeno della non assicurazione.
Si tratta di una situazione - conclude l’articolo - non più tollerabile, che richiede un intervento deciso da parte delle Autorità cittadine e statali.

STATISTICHE