NEWS
“After the storms: Harvey, Irma and Maria. Lessons learned”
Calamità naturali

 

Lloyds’ of London analizza, in un recente report, gli effetti dei tre grandi uragani - Harvey, Irma e Maria - che hanno colpito la regione caraibica e il sud degli Stati Uniti nel corso del 2017.

Si stima che i danni economici dei tre eventi siano stati complessivamente pari a una cifra compresa tra i 115 e i 190 miliardi di dollari.

Ciascuna di queste calamità naturali ha avuto caratteristiche peculiari.

Secondo il report, Harvey ha causato numerose alluvioni, alla base dei maggiori danni economici. Nel caso in questione, si sono manifestati più direttamente gli effetti del cambiamento climatico, che andrebbero meglio modellizzati e previsti.

Irma, che è l’uragano che provocato i danni più elevati, ha evidenziato la fragilità dei modelli di rischio per quanto riguarda i trasporti marittimi e, in generale, i danni alle navi. Quest’ultimo è un rischio complesso e difficile da modellizzare in quanto molto variabile.

L’uragano Maria, infine, si è caratterizzato per avere colpito zone anche remote dei Caraibi, per cui è stata più difficile l’opera di valutazione dei danni, di risarcimento e di ricostruzione (ad esempio delle infrastrutture) dopo l’evento.

Per queste ragioni sarebbe necessario – in futuro -  costituire comitati tra assicuratori, riassicuratori e gli altri stakeholder, per gestire le fasi successive all’evento.

STATISTICHE