NEWS
“Survey shows Solvency II brings benefits but deters long-term business” (PRESS RELEASE, 26.06.2018)
"Solvency II Conference - Two years on and two reviews"
Solvency II

 

I risultati di una recente survey realizzata da Insurance Europe indicano che buona parte degli assicuratori europei considera positivi gli effetti di Solvency II sulle pratiche di risk management e di governance, come pure sulla gestione attivo/passivo.

Tuttavia, una quota consistente del campione (58%) che offre prodotti di risparmio a lungo termine con garanzia ha specificato che Solvency II ha avuto effetti negativi sullo sviluppo di tali prodotti; inoltre, il 48% dei partecipanti al sondaggio ha sostenuto che il nuovo regime di solvibilità ha portato a investire quote inferiori ai livelli ottimali in titoli azionari, obbligazioni di lungo termine, private placements e unrated debt.
Le evidenze indicano, infine, che gli assicuratori tendono a porre il rischio a carico dei clienti e a rifuggire dai prodotti garantiti di lungo termine, come pure sembra che Solvency II stia negativamente influenzando la capacità degli assicuratori a investire nel lungo termine proprio quando la Commissione europea sta lavorando per sviluppare la crescita sostenibile all’interno dell’Unione. 

Nel corso della “Solvency II Conference” organizzata il 26 giugno dalla Federazione degli assicuratori europei, Andreas Brandstetter (neo-Presidente della Federazione(1)) ha sottolineato che i risultati della survey evidenziano la necessità di apportare a Solvency II le migliorie da tempo richieste dal settore assicurativo. Ha inoltre elencato una serie di aspetti che necessitano di analisi nel corso della Solvency II Review: tra questi, la riduzione del costo del capitale nel risk margin. Brandstetter ha sottolineato che il Solvency II margin “alleggerisce” di più di 200 miliardi di capitale i bilanci delle imprese: somma che potrebbe, invece, essere impiegata in altri usi, più produttivi.
Il Presidente di Insurance Europe, infine, ha anche evidenziato la necessità di ridurre la calibrazione degli investimenti azionari di lungo termine, che è attualmente basata sul trading risk ed è di ostacolo allo sviluppo di maggiori investimenti.

_________________________
(1) Sul punto, si veda: “Insurance Europe elegge il nuovo Presidente e pubblica il Report 2017/2018”, in Panorama Assicurativo n. 176, giugno 2018 (Sezione “NEWS”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39737&est=1

STATISTICHE