“Market conditions facing specialist general insurers: Feedback from recent PRA review work” (LETTER TO CEOs of Specialist General Insurance, 31.05.2018)
Anna SWEENEY (PRA Director, Insurance Supervision)
BANK OF ENGLAND – PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY (PRA)
https://www.bankofengland.co.uk/prudential-regulation
Assicurazione danni, Rischi speciali

 

Il 31 maggio scorso, la Prudential Regulation Authority (PRA) del Regno Unito ha pubblicato una lettera (a firma di Anna Sweeney, Direttore Vigilanza Assicurativa) - destinata alle imprese danni, in particolare ai Chief Executives dei “rischi speciali” -  per sottolineare la complessa situazione in cui versa il ramo, soprattutto per quanto concerne i rischi sottoscritti nell’ambito del London Market.

Le verifiche svolte dalla vigilanza, infatti, hanno evidenziato diverse criticità (soprattutto nell’ambito della sottoscrizione rischi), che hanno condotto a underwriting losses e all’indebolimento della solvibilità. In particolare:

  • alcune imprese hanno realizzato underwriting performances di livello considerevolmente inferiore rispetto a quanto necessario a garantire una solida redditività, anche in periodi caratterizzati da contenuta incidenza delle calamità naturali;
  • vi sono casi in cui la vigilanza ha considerato troppo “ottimistici” i business plans basati sul loss ratio e relative ipotesi di riservazione, in considerazione delle attuali condizioni di mercato e dell’andamento delle performance storiche di tali imprese. Allo stesso modo, sono state rilevate altrettanto ottimistiche previsioni dei livelli di redditività futura, in relazione al calcolo della solvency position;
  • presso alcune imprese si riscontra un utilizzo ancora scarso di pricing models, mentre per altre la raccolta dati è troppo limitata per poter permettere un efficace monitoraggio delle performances del modello. Inoltre, alcune compagnie non hanno prontamente reagito a fronte dell’emergere di perdite, mentre sono stati rilevati casi di divergenze tra underwriting e attuariato, come pure inefficienze nella circolazione delle informazioni tra l’area dei sinistri e le funzioni di pricing / reserving;
  • nel recente passato, diverse imprese hanno diversificato la loro attività verso nuove linee di business, ma dalle verifiche della vigilanza è emerso che le nuove business lines sono caratterizzate da insufficiente controllo / underwriting expertise.

PRA teme che il persistere delle menzionate criticità costituisca un elevato rischio per il mercato e per la sostenibilità dei business models delle imprese; chiede che il testo della lettera venga reso noto al Management Board affinchè vengano valutate, all’occorrenza, opportune misure correttive.  Ad alcune tipologie di imprese PRA richiede un feedback entro il 27 luglio 2018.

STATISTICHE
NEWS