STATISTICHE
“Portafoglio diretto italiano – Dati al 31 dicembre 2017” (ANIA TRENDS, infortuni e malattia, Anno II – n°02 – maggio 2018)
ANIA – ASSOCIAZIONE NAZIONALE FRA LE IMPRESE ASSICURATRICI
http://www.ania.it
Assicurazione danni

 

ANIA ha pubblicato le statistiche relative ai premi del portafoglio diretto italiano dei rami infortuni e malattia al 31 dicembre 2017(1).

Nel 2017 i premi contabilizzati (polizze individuali e collettive) relativi al ramo Infortuni, raccolti da imprese italiane e rappresentanze UE ed extra‐UE, sono stati pari a 3,5 miliardi di euro, in aumento del 2,7% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente (quando la crescita era stata dello 0,8%).

Si stima che i premi di nuova produzione sottoscritti nell’anno abbiano rappresentato il 18% del totale, lo stesso valore del 2016, per un ammontare di 636 milioni di euro (+2,0% rispetto all’anno precedente).

 All’incremento dei premi contabilizzati ha contribuito principalmente la garanzia invalidità permanente (totale o parziale), che ha raccolto il 37% dei premi, per un importo di 1,3 miliardi (+3,4% rispetto al 2016). Trend positivo anche per la garanzia relativa all’infortunio del conducente e per l’inabilità temporanea: i premi della prima registrano un incremento annuo del 4,1% e raggiungono i 766 milioni (il 22% del totale), mentre quelli della seconda, a fronte di un importo pari a 298 milioni (l’8% dell’intera raccolta), evidenziano una crescita dell’1,8%. Sostanzialmente stabile (‐0,7% rispetto al 2016) è risultato, invece, l’andamento della raccolta dei premi relativi alla garanzia morte, per un volume di 575 milioni, il 16% dell’intero portafoglio.

I premi contabilizzati (polizze individuali e collettive) afferenti al ramo Malattia sono stati nel 2017 pari a 2,7 miliardi, di cui 565 milioni di nuova produzione (il 21% del totale premi), in crescita del 9,4% rispetto all’anno precedente (il new business è aumentato invece del 31,0%).

La garanzia rimborso spese mediche rappresenta oltre i tre quarti (77%) della raccolta premi, per un importo pari a 2,1 milioni, in aumento del 10,4% rispetto al 2016. Positivo anche l’andamento del volume premi relativo alla garanzia invalidità permanente, pari a quasi 300 milioni (l’11% del totale premi) e in aumento anch’esso del 10,4% rispetto all’anno precedente. La quota dei premi afferenti alla garanzia diaria è stata pari a 154 milioni, il 6% del totale premi, registrando un decremento dell’8,4%. Positivo invece, seppur su importi ancora piuttosto contenuti, è il trend dei premi contabilizzati afferenti alla garanzia long term care che, a fronte di un ammontare pari a 31 milioni, l’1% dell’intera raccolta premi, osservano un aumento dell’11,7% rispetto al 2016.

 

________________
(1) Per l’edizione precedente, si veda: “ANIA: premi dei rami infortuni e malattia a fine 2016”, in Panorama Assicurativo n. 165, luglio 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38811&est=1

NEWS