“Guidance on the Approval and Supervision of Special Purpose Vehicles under Solvency II” (Supervisory Convergence Plan, 2018)
“Solvency II Regulatory Reporting” (LETTERA, 16.04.2018)
CBI - CENTRAL BANK OF IRELAND
https://www.centralbank.ie/
Solvency II, Reporting, SPV

 

La Banca Centrale irlandese  ha recentemente pubblicato alcune linee guida in materia di vigilanza sugli Special Purpose Vehicles (SPV) nell’ambito di Solvency II.  Il documento (“Guidance”) indica le aspettative dell’Autorità con riguardo alla compliance degli SPV con la normativa vigente.

La “Guidance”, in particolare, chiarisce che le “società veicolo” (SPV)  -  come definite dalle norme europee (“Insurance and Reinsurance Regulations 2015”) -, che propongono (a) di assumere rischi da un (ri)assicuratore tramite contratti di riassicurazione  oppure  (b)  di assumere rischi assicurativi attraverso accordi similari, sono tenute a ottenere autorizzazione preventiva da parte della Banca Centrale.   Inoltre, le SPV che sono state autorizzate prima dell'adozione di Solvency II non sono soggette a tali requisiti; tuttavia, per tutte le nuove attività intraprese a partire dal 1° gennaio 2016, è comunque richiesta l'approvazione della Banca Centrale.

Il documento è strutturato come segue:

  • Introduzione e Guidance;
  • Necessità di ottenere,  per gli SPV che operano nell’ambito di Solvency II, l’approvazione preventiva da parte dell’Autorità di vigilanza (Banca Centrale);
  • Condizioni contrattuali obbligatorie nell'ambito di Solvency II -  requisito di piena copertura finanziaria in ogni momento,  efficace trasferimento del rischio,  subordinazione degli obblighi/debiti della SPV agli obblighi nei confronti dei  cedenti;
  • Governance degli SPV nell’ambito di Solvency II   -  requisiti di  fitness/probity, outsourcing e l'obbligo per gli investitori   di  possedere i requisiti di "Professional Client" ai sensi di MIFID II;
  • Richiesta di approvazione degli SPV nell’ambito di Solvency II;
  • Supervisory reporting;
  • Requisiti di solvibilità per gli investimenti;
  • Vigilanza sugli SPV nel contesto di Solvency II.

Sempre nel mese di aprile, la Banca Centrale irlandese  ha pubblicato anche una Lettera  - indirizzata ai Chief Executive Officers (CEOs) delle imprese  -   che riporta i risultati di un monitoraggio, effettuato dalla stessa Autorità di vigilanza, in materia di Solvency II reporting. Ne è emerso che:

  • alcune imprese non  si sono ancora dotate di una   Supervisory Reporting Policy ;
  • il grado di coinvolgimento delle strutture aziendali di Risk – Compliance – Internal Audit è ancora contenuto e il Data Quality dovrebbe entrare a far parte della funzione di Internal Audit;
  • in alcuni casi si registrano carenze di documentazione nell’ambito del processo di reporting e un’incompleta registrazione di eventuali errori, con conseguente aumento della probabilità che essi possano essere ripetuti.
UE
STATISTICHE
NEWS