STATISTICHE
“Quarterly Life Insurance Performance Statistics - December 2017” (December 2017 -released 27 February 2018)
“Quarterly General Insurance Performance Statistics - December 2017” (December 2017- released 22 February 2018)
“Quarterly Superannuation Performance - December 2017 (December 2017 - reissued 7 March 2018)
“APRA releases quarterly private health insurance statistics for December 2017 (13 February 2018)
APRA – AUSTRALIAN PRUDENTIAL REGULATORY AUTHORITY
http://www.apra.gov.au/Pages/default.aspx
Analisi dei mercati

 

APRA, l’Autorità di vigilanza prudenziale per mercato assicurativo e i servizi finanziari in Australia, ha pubblicato quattro rapporti relativi all’andamento dei comparti danni, vita, superannuation e salute nel 2017(1).

Il comparto danni ha raccolto premi lordi per 45,2 miliardi di dollari (28,3 miliardi di euro), con un incremento annuo dell’1,6%.
Gli oneri lordi per sinistri sono ammontati a 32,9 miliardi di dollari (20,6 miliardi di euro), in aumento del 4,4%. Secondo APRA tale variazione è imputabile all’andamento dei rami property, su cui hanno inciso i danni da calamità naturale, primo fra tutti quelli provocati dal ciclone Debbie del marzo 2017.
La gestione tecnica ha evidenziato un saldo positivo di 3,3 miliardi di dollari (2 miliardi di euro), di cui circa due terzi derivanti dai rami con sinistri a lunga liquidazione (long-tail classes).
I proventi da investimenti sono ammontati a 2,6 miliardi di dollari (1,6 miliardi di euro), in calo del 7,2%.
L’esercizio si è chiuso per il comparto con un utile netto di 3,4 miliardi di dollari (2,1 miliardi di euro), in aumento del 17,2%, mentre il totale degli attivi è sceso del 2,2%, attestandosi a 27,6 miliardi di dollari (17,3 miliardi di euro).

Il comparto vita ha registrato proventi complessivi per 36,2 miliardi di dollari (22,6 miliardi di euro), l’11,3% in più rispetto al 2016. In essi sono inclusi premi netti per 15,7 miliardi di dollari (9,8 miliardi di euro) e 17,6 miliardi di proventi finanziari (11 miliardi di euro).
Gli oneri complessivi sono ammontati a 31,9 miliardi di dollari (20 miliardi di euro), con un incremento annuo del 9,6%.
L’esercizio ha registrato un utile netto in crescita del 4,3%, per complessivi 2,4 miliardi di dollari (1,5 miliardi di euro).

Nel comparto previdenziale privato ad adesione obbligatoria (Superannuation), le contribuzioni raccolte nell’esercizio sono ammontate a 117,3 miliardi di dollari (73,4 miliardi di euro), mentre le prestazioni corrisposte sono state pari a 74,2 miliardi di dollari (46,4 miliardi di euro), di cui poco più della metà (51,9%) erogata in forma di capitale.
A fine esercizio il totale degli attivi ammontava a 1.800 miliardi di dollari (1.126 miliardi di euro), il 3,5% in più rispetto al 2016. Gli investimenti avevano raggiunto la soglia di 1.600 miliardi di dollari (1.000 miliardi di euro), di cui il 51,5% impiegati in azioni, il 31,5% in titoli a reddito fisso e l’11% in liquidità.

Nel comparto delle coperture sanitarie, la raccolta premi è cresciuta del 4,2%, raggiungendo i 23,5 miliardi di dollari (14,7 miliardi di euro).
Le prestazioni complessive erogate sono ammontate a 20,2 miliardi di dollari (12,6 miliardi di euro), il 3,9% in più rispetto all’esercizio precedente.
La gestione finanziaria ha prodotto proventi netti per 537 milioni di dollari (336 euro), pari al 26,9% in più nell’anno.
L’utile netto del comparto è cresciuto nell’esercizio del 7,5%, portandosi a 1,4 miliardi di dollari (876 milioni di euro).

 

_____________________
(1) Per l’esercizio precedente, si veda: “La vigilanza australiana (APRA) pubblica le statistiche 2016 sul mercato assicurativo vita e danni”, in Panorama Assicurativo n. 162, aprile 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38546&est=1

UE
NEWS