NEWS
“China to form banking and insurance regulatory commission” (XINHUANET, 13 marzo 2018)
“China outlines key targets of 2018 financial work” (XINHUANET, 30 marzo 2018)
“China's banking and insurance regulator to focus on curbing system-wide leverage” (REUTERS, 4 aprile 2018)
Vigilanza

 

L’Assemblea Nazionale del Popolo - la più alta istituzione statale cinese, nonché l’unica camera legislativa – ha deliberato la fusione fra le Autorità di vigilanza bancaria (CBRC – China Banking Regulation Commission) e assicurativa (CIRC – China Insurance Regulation Commission), dando vita alla China Banking and Insurance Regulatory Commission (CBIRC).

In una conferenza pubblica, il nuovo presidente dell’Authority ha dichiarato che fulcro dell’azione di vigilanza saranno la prevenzione e la repressione delle attività finanziarie illegali e dell’esercizio abusivo dell’attività bancaria, nell’ottica della salvaguardia dei consumatori e a tutela della solidità del sistema finanziario nazionale.

Forte attenzione si concentrerà sull'abbassamento dell’indebitamento dei governi locali, delle imprese di proprietà statale e delle famiglie.
In questo senso, per sostenere la costruzione di un sistema economico moderno, la nuova Authority collaborerà con le amministrazioni locali e le imprese per promuovere adeguamenti strutturali e facilitare fusioni e ristrutturazioni aziendali.
Fra le altre funzioni, è previsto che darà sostegno alle strategie nazionali per le attività rurali e il coordinamento regionale, mentre il finanziamento dei servizi per le piccole e le microimprese dovrebbe essere ulteriormente incentivato.

Sarà inoltre impegnata sul fronte della prevenzione delle bolle speculative nel mercato immobiliare.

La scelta di riformare profondamente il sistema di vigilanza regolamentare del settore finanziario è finalizzato a contrastare problemi emersi nell’assetto preesistente quali l’opacità nelle responsabilità, le regolamentazioni incrociate e l’assenza di supervisione. A tutto questo si aggiunge la crescente diffusione di pratiche illecite.

In questa accezione, la nuova Autorità è considerata un elemento di innovazione, portatrice di nuovi schemi di vigilanza e fungerà da elemento di salvaguardia della stabilità del sistema finanziario e dell’economia nazionale.

UE
STATISTICHE