Xavier MILHAUD, Christophe DUTANG
“Lapse tables for lapse risk management in insurance: a competing risk approach”
HAL - ARCHIVES OUVERTES
https://hal.archives-ouvertes.fr/
Assicurazione vita
Il cosiddetto “lapse risk”, ossia il rischio di perdite derivanti da cambiamenti nei tassi di eliminazione e riscatti, è uno dei rischi più importanti per le imprese di assicurazione vita. Non a caso, ad esso è assegnata particolare importanza in tutti i regimi prudenziali in vigore a livello internazionale, da Solvency II in Europa al Risk Based Capital System negli Stati Uniti.
Nel paper, gli Autori si propongono di definire una metodologia in grado di fornire una previsione accurata della tempistica dei riscatti da parte degli assicuratori vita.

 

Nel paper in esame si affronta il problema della modellizzazione del comportamento degli assicurati nei rami vita.
Gli Autori concentrano l’attenzione sulle decisioni di riscatto delle polizze e modellizzano la durata contrattuale tramite l’utilizzo di modelli di regressione della sopravvivenza.
I modelli standard si rivelano incapaci di fornire previsioni accettabili circa i tempi di riscatto a causa della loro eccessiva eterogeneità, mentre un approccio basato sui rischi concorrenti offre interessanti prospettive e previsioni più accurate.

I risultati numerici derivano dall’applicazione di un modello di Fine & Gray a un portafoglio di contratti assicurativi di tipo whole life.
Attraverso appositi back test, l’approccio si dimostra efficiente e descrive l’evoluzione dei tassi di riscatto empirici con l’aggregazione delle previsioni della durata dei singoli contratti.

I risultati ottenuti possono essere particolarmente utili per disegnare nuovi prodotti vita, in quanto consentono di correlare la vita dei contratti alle caratteristiche degli assicurati, alla tipologia di contratti stessi e allo scenario finanziario; in più, l’approccio consente di calibrare tavole di riscatto sperimentali, semplificando la gestione del relativo rischio da parte delle imprese assicuratrici vita.

UE
STATISTICHE
NEWS