NEWS
GIOVANNI D’ALESSIO
“La ricchezza degli italiani: differenze tra uomini e donne” (webpage di presentazione)
“Gender wealth gap in Italy” - QUESTIONI DI ECONOMIA E FINANZA
(Occasional Paper n. 433, marzo 2018)
Risparmio, Ricchezza

 

Banca d’Italia ha recentemente pubblicato, nella collana “Questioni di Economia e Finanza”, uno studio sulla distribuzione della ricchezza in Italia secondo il genere.

Il lavoro, utilizzando i dati dell'indagine sui bilanci delle famiglie della Banca d'Italia, effettua una ricostruzione dei dati sulla ricchezza individuale.

I dati consentono di descrivere divari consistenti tra uomini e donne, maggiori per le attività finanziarie rispetto alle attività reali e in particolare agli immobili. I divari, più ridotti nelle età giovanili e crescenti nell'età adulta, appaiono in diminuzione nel corso del tempo, ma ancora significativi. In particolare, nel periodo più recente gli uomini risultano possedere una ricchezza netta del 25% circa superiore a quella delle donne; un divario, ad esempio, maggiore di quello riscontrato in Francia nel 2010.

Gli indici di concentrazione della ricchezza netta individuale sono ampiamente maggiori di quelli calcolati sulla ricchezza familiare o sulla ricchezza pro-capite, che ripartisce equamente la ricchezza tra i membri della famiglia. Il trend nei livelli di concentrazione, tuttavia, non si modifica in modo rilevante.
Alcune regressioni suggeriscono che i divari osservati siano da attribuire in larga parte alle differenze tra i generi in termini di età, titolo di studio, occupazione e reddito.

STATISTICHE
NORMATIVA