STATISTICHE
“Annual report 2016-17”
IRDAI - INSURANCE REGULATORY AND DEVELOPMENT AUTHORITY OF INDIA
https://www.irdai.gov.in/Defaulthome.aspx?page=H1
Analisi dei mercati

 

L’esercizio 2016-17 (da aprile a marzo) per il settore assicurativo indiano è stato caratterizzato dall’espansione della raccolta, con redditività stabile nel vita e in calo nel danni, in un mercato dove risulta ancora forte il peso delle 5 compagnie pubbliche.
È quanto emerge dal recente rapporto pubblicato da IRDAI, l’Autorità di vigilanza assicurativa(1).

Nel comparto vita, la raccolta ha totalizzato 4.185 miliardi di rupie (52,6 miliardi di euro), per un incremento annuo del 14%.

Oltre la metà della raccolta (58%) è derivata dai premi ricorrenti successivi alla prima annualità, seguiti dai premi unici (27%).

Il 71,8% della raccolta vita è stato realizzato dall’unica compagnie vita di proprietà statale (LIC – Life Insurance Corporation of India), poco meno di un punto percentuale in meno rispetto alla quota dell’esercizio precedente. La restante parte della raccolta è da attribuire alle altre 23 compagnie operanti nel Paese.
LIC risulta leader, con quote superiori al 70%, nel segmento dei premi unici e dei premi ricorrenti dopo la prima annualità. Solo fra i premi di prima annualità prevale il settore privato, con una quota del 55,7%.

Le compagnie vita hanno corrisposto prestazioni per 2.363 miliardi di rupie (29,7 miliardi di euro), con un incremento su base annua del 15,6%. Il 70,6% del totale è stato erogato da LIC, il 29,6% dal settore privato.

Il comparto ha chiuso l’esercizio con utili per 77,3 miliardi di rupie (971 milioni di euro), il 4,2% in più rispetto all’esercizio precedente. Per LIC l’utile netto si è attestato a 22,3 miliardi (280 milioni di euro), in calo dell’11%.

Per quanto attiene il settore danni, la raccolta premi ha raggiunto 1.281 miliardi di rupie (16 miliardi di euro), segnando un incremento del 33% rispetto all’esercizio precedente.
Il 53% della raccolta è stato realizzato dalle 4 compagnie di Stato operanti nel comparto, per complessivi 678 miliardi (8,5 miliardi di euro), con un incremento annuo del 26,3%. Per gli operatori privati l’aumento è stato del 35,6%.

In termini di composizione della raccolta, il 39% è derivato da coperture auto e il 27% da coperture sanitarie. L’auto ha evidenziato anche la maggiore crescita nell’esercizio (+39,2%).

La gestione tecnica ha registrato un ampliamento del saldo negativo, che si è portato a 188 miliardi di rupie (2,4 miliardi di euro).

La redditività complessiva del comparto ha accusato una notevole flessione, chiudendo l’esercizio a 8,4 miliardi di rupie (106 milioni di euro), il 74% in meno rispetto all’esercizio precedente. Il calo si spiega in buona parte con la perdita di 25 miliardi (314 milioni di euro) subita dalle compagnie pubbliche.

L’esercizio ha visto in attività 62 compagnie, di cui 24 vita, 23 danni, 6 specializzate in coperture sanitarie e 9 compagnie riassicuratrici.

 

 

_________________
(1) Per l’esercizio precedente, si veda: “India: nell’esercizio 2015-16 raccolta in crescita e utili in calo”, in Panorama assicurativo n. 162, aprile 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38551&est=1

NORMATIVA
NEWS