“ESAs weigh benefits and risks of big data” (NEWS RELEASE, 15.03.2018)
“Joint Committee Final report on Big Data” - JC/2018/04 (REPORT, 15.03.2018)
ESAs – EUROPEAN SUPERVISORY AUTHORITIES (JOINT COMMITTEE)
https://esas-joint-committee.europa.eu/
Big data

 

Il 15 marzo scorso, il Joint Committee istituito dalle tre Autorità europee di vigilanza finanziaria (EBA, EIOPA ed ESMA)  ha pubblicato il rapporto conclusivo dedicato al tema dei  Big Data e ai suoi impatti sui consumatori e sulle imprese del settore finanziario.

Le Autorità sottolineano che se, da un lato, lo sviluppo dei Big Data pone alcuni rischi potenziali ai consumatori, dall’altro tali rischi sono più che compensati dai benefici legati a questa innovazione. Molti dei rischi identificati, inoltre, sono mitigati dalla legislazione vigente.

Tra i benefici dei Big Data, il report segnala l’offerta di prodotti e servizi più calibrati sulle esigenze dei singoli, una migliore individuazione delle frodi, una maggiore efficienza delle procedure interne delle imprese. Tra i rischi individuati, i possibili errori sugli strumenti di gestione dei Big Data - che possono condurre a decisioni non corrette da parte dei fornitori di servizi finanziari -  e la maggiore segmentazione della clientela, che può influenzare l’accessibilità e la disponibilità di alcuni prodotti e servizi finanziari.

Tenuto conto dei rischi e dei benefici, le Autorità concludono che un intervento legislativo sulla materia sarebbe prematuro. Continueranno a monitorare gli sviluppi in questa area e inviteranno le imprese del settore finanziario a sviluppare e applicare buone pratiche sull’utilizzo dei Big Data.

Il report in questione è stato redatto anche sulla base degli esiti di una pubblica consultazione svoltasi fra dicembre 2016 e marzo 2017. 

STATISTICHE
NEWS