STATISTICHE
“Bollettino statistico” n. 11 (dicembre 2017)
CONSOB – COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA
http://www.consob.it/
Borsa

 

Nel Bollettino statistico n. 11/2017, CONSOB ha pubblicato un’analisi e un aggiornamento dei dati relativi alle società italiane quotate al 1° semestre 2017.

Nel periodo in questione, la capitalizzazione delle società di diritto italiano con azioni ammesse alle negoziazioni su mercati regolamentati o su sistemi multilaterali di negoziazione italiani è aumentata del 12,2%; il rapporto fra capitalizzazione e PIL è passato dal 29,0% a fine 2016 al 32,3% a fine giugno 2017. Il numero di società quotate di diritto italiano è salito da 307 a 311.

I dati contabili consolidati semestrali delle società non finanziarie quotate sul Mta mostrano, rispetto allo stesso periodo del 2016, un sensibile aumento dell'utile netto (+27,9%), ascrivibile a una riduzione di accantonamenti, svalutazioni e ammortamenti.
Le banche quotate, in particolare, hanno registrato una forte crescita dell'utile (+156,4%), dovuto principalmente alla riduzione delle rettifiche su crediti e dei costi operativi, mentre le assicurazioni quotate hanno evidenziato un incremento più contenuto (+9,8%).

Nel primo semestre 2017 il controvalore degli scambi di azioni di società quotate italiane su mercati regolamentati e sistemi multilaterali di negoziazione italiani ed esteri è diminuito del 3,9% rispetto allo stesso periodo del 2016. Si è altresì registrato un calo del controvalore degli scambi di titoli di Stato italiani (-11,6%), dovuto in prevalenza alla diminuzione sul MTS (-24,8%). Analogamente, si è registrata una diminuzione del controvalore degli scambi di obbligazioni di emittenti italiani diverse dai titoli di Stato (- 9,5%), a causa di una generale flessione nelle piattaforme di negoziazione italiane.

A giugno 2017, il patrimonio gestito da intermediari italiani risultava stabile rispetto alla fine del 2016, per effetto della crescita del patrimonio riferibile a OICR aperti di diritto italiano (+3,9%), a fondi chiusi di diritto italiano (+0,4%) e a fondi pensione e altre forme pensionistiche istituiti in Italia da società diverse da imprese di assicurazione (+1,6%), nonché del calo del patrimonio riferibile a gestioni patrimoniali su base individuale istituite in Italia (-1,2%). Il patrimonio gestito degli OICR esteri collocati in Italia risulta leggermente cresciuto (+2,7%).
Nel primo semestre 2017 la raccolta netta degli OICR aperti di diritto italiano è cresciuta considerevolmente rispetto allo stesso periodo del 2016 (da 1,4 a 8,1 miliardi di euro).

NEWS