“The Bank of England’s approach to the authorisation and supervision of international banks, insurers and central counterparties” (BOE - NEWS RELEASE, 20.12.2017)
“Brexit progress: the pragmatic approach being taken by the British Authorities marks a breakthrough” (ABI, NEWS RELEASE, 20.12.2017)
BOE - BANK OF ENGLAND - https://www.bankofengland.co.uk/
ABI - ASSOCIATION OF BRITISH INSURERS - https://www.abi.org.uk/
Brexit

 

Mentre proseguono i confronti sul futuro dei rapporti economici tra Regno Unito e Unione europea, a fine dicembre la Bank of England ha posto in pubblica consultazione un documento che intende rappresentare un “updated approach” nei confronti delle future attività di autorizzazione e vigilanza verso istituti di credito/imprese assicuratrici e che  fornisce alcune linee guida relative all’approccio della Banca Centrale verso le Controparti  centralizzate internazionali (international Central Counterparties, CCPs).

Bank of England precisa che il fondamento di tale approccio continuerà ad essere un elevato grado di cooperazione con la UE sul piano della vigilanza finanziaria; pertanto, banche e assicurazioni dello Spazio Economico Europeo potranno (se non operanti nell’ambito del retail business) richiedere l’autorizzazione a operare nel Regno Unito come filiali. Tale approccio, nelle intenzioni della Banca Centrale, è motivato dall’evidenza che azioni di “apertura” rappresentano un indubbio vantaggio nel sostegno a un’economia dinamica.

In un comunicato, l’Associazione degli assicuratori britannici (ABI – Association of British Insurers) ha espresso soddisfazione per l’approccio “pragmatico” dell’Autorità britannica nell’affrontare i preparativi al “post-Brexit”, evidenziando come ciò rappresenti un vero e proprio “punto di svolta” e un elemento di garanzia per gli assicurati quanto al rispetto, dopo marzo 2019, degli obblighi derivanti dai contratti cross-border.

STATISTICHE
NEWS