Anna Maria GAMBARO, Riccardo CASALINI, Gianluca FUSAI, Alessandro GHILARDUCCI
“A Market Consistent Framework for the Fair Evaluation of Insurance Contracts Under Solvency II”
Solvency II, Assicurazione vita, Criteri di valutazione
Iniziative europee (Solvency II) e internazionali (IFRS 17) hanno introdotto nuovi criteri di valutazione delle poste di bilancio per il settore assicurativo, allo scopo di garantire la comparabilità fra i criteri contabili e quelli di vigilanza prudenziale, accrescendo la trasparenza e limitando i possibili arbitraggi regolamentari. Nel paper si illustra un approccio innovativo per la valutazione market-consistent di attività e passività assicurative, particolarmente adatto per i prodotti con partecipazione agli utili.

 

L’entrata in vigore di Solvency II ha reso necessaria l’adozione, da parte delle imprese assicuratrici europee, di criteri di valutazione delle poste di bilancio coerenti con il mercato (“market-consistent”). Ciò ha riguardato, naturalmente, anche la valutazione delle opzioni e delle garanzie finanziarie incorporate nei prodotti assicurativi vita con partecipazione agli utili(1).

La robustezza delle valutazioni è cruciale per le imprese assicuratrici al fine di ottenere valori corretti e definire così adeguate strategie di investimento e di gestione del rischio, in particolare per i prodotti fortemente caratterizzati dal tipo di impegni assunti nei confronti degli assicurati, come i prodotti di risparmio with-profit e i fondi pensione.


Nel paper, gli Autori presentano un approccio di simulazione Monte Carlo per la valutazione delle attività e delle passività che è particolarmente adatto, rispetto agli approcci generalmente adottati, per il risk management dei prodotti “liability driven”.
Il generatore di scenari utilizzato specifica le dinamiche dei fattori di rischio secondo misure di probabilità sia “real world” che “risk neutral”. Per calibrare i modelli dei fattori di rischio, si supera la calibrazione di tipo “one trading day” in favore di un approccio che include anche informazioni storiche. Le informazioni storiche possono essere importanti per investimenti di lungo termine dipendenti dalle passività perché introducono la possibilità di calibrare modelli finanziari più complessi e di derivare strategie di stress testing (analisi di sensitività) più utili ai fini di risk management.

Naturalmente, l’approccio proposto implica sfide rilevanti, in particolare per quanto riguarda la definizione di un prezzo di mercato del rischio e la valutazione dell’errore di calibrazione in termini di rischio di valutazione indotto: su entrambi gli aspetti, nel paper si fornisce qualche prima risposta.
Infine, nel lavoro si presenta un’applicazione del generatore di scenari per la valutazione delle garanzie incorporate nei prodotti vita con partecipazione agli utili, utilizzando differenti regole contabili e diverse strategie di ALM.

________________________________

(1) Sulle metodologie di valutazione delle opzioni per i prodotti with profit in Europa, si veda, degli stessi Autori: Common practices” nella valutazione delle opzioni finanziarie incorporate nei contratti assicurativi vita, in Panorama Assicurativo n. 159, Gennaio 2017 (Sezione “FOCUS”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38335&est=1

STATISTICHE
NEWS