NEWS
Assicurazioni italiane: il 17% della spesa IT è destinato allo sviluppo e all’implementazione di tecnologie big data&advanced analytics. Clustering, Next Best Offer e Customer Insight le aree di maggior interesse. - Pubblicati i risultati del terzo stream di ricerca “From Data to Service Innovation” del Digital Insurance Hub, promosso da CeTIF in collaborazione con SAP (COMUNICATO STAMPA, 18.01.2018)
UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE
CETIF - CENTRO DI RICERCA SU TECNOLOGIE, INNOVAZIONE E SERVIZI FINANZIARI
http://www.cetif.it/
Innovazione digitale, Insurtech

 

CETIF (Centro studi sull’innovazione finanziaria dell’Università Cattolica) ha pubblicato i risultati del terzo stream di ricerca del Digital Insurance Hub. Al centro del report i Big Data e il cambiamento delle modalità attraverso cui le imprese di assicurazione italiane stanno cominciando a gestire l’enorme quantità di informazioni disponibili.

Le imprese assicuratrici dichiarano di destinare il 17% della spesa all’Information Technology  e allo sviluppo di tecnologie big data e advanced analytics.
Secondo il report, le compagnie hanno acquisito consapevolezza della necessità di un cambio di passo: d’altra parte, i grandi operatori di Internet  (Google, Apple, Facebook e Amazon) stanno scalzando le grandi big corporations del passato e i dati saranno il petrolio del nuovo millennio.

La ricerca ha approfondito alcuni fra gli ambiti di applicazione  dei Big Data al settore assicurativo. Si tratta della valutazione della rischiosità dell’assicurato e delle applicazioni in ambito marketing attraverso il Clustering, la Next Best Offer (un’offerta profilata e tempestiva) o la Customer Insight (cioè un’analisi dei clienti particolarmente approfondita).

Tra le criticità emerse,  un'inadeguata preparazione della struttura aziendale, la mancanza di compatibilità con i sistemi già presenti in azienda e l’evoluzione del quadro regolamentare e normativo.

Numerose compagnie dichiarano che, per rispondere a queste sfide, stanno dando sempre maggiore attenzione al mondo dell’InsurTech, ossia delle PMI attive nel digitale e che sviluppano soluzioni inniovative per il settore.

Circa il 70% del panel considerato nel report si dichiara disponibile a sviluppare partnership strategiche con le imprese dell’Insurtech e il 60% è disponibile ad avviare rapporti commerciali, mentre il 20% è intenzionato a valutare acquisizioni.

STATISTICHE