“Esiti delle analisi comparative delle Relazioni di valutazione dei rischi e della solvibilità (ORSA)”
IVASS - ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI
https://www.ivass.it/homepage/index.html
Solvency II, ORSA

 

IVASS, con Lettera al mercato del 12 gennaio scorso, ha pubblicato i risultati di un’analisi comparativa delle Relazioni di valutazione dei rischi e della solvibilità (ORSA) trasmesse dalle imprese.

IVASS segnala che i Report ORSA si sono dimostrati, complessivamente, conformi alle previsioni regolamentari per quanto concerne l’orizzonte temporale prospettico, i tempi di trasmissione delle relazioni, la data di riferimento delle analisi e l’utilizzo dello schema della relazione per il supervisore.
Le relazioni analizzate – afferma l’Istituto - danno conto del procedere dell’assimilazione del processo ORSA nell’ambito delle procedure ordinarie della gestione d’impresa. E’ stata, in generale, confermata l’utilità dell’ORSA a supporto del processo decisionale (es. distribuzione dei dividendi) e nella revisione/conferma del piano strategico.

Il Risk Appetite Framework si è affinato e rafforzato soprattutto per le imprese appartenenti a gruppi che calibrano a livello individuale le soglie di tolleranza ai rischi definite dalla capogruppo. Il processo di definizione delle soglie di tolleranza ai rischi, peraltro, non risulta ancora adeguatamente robusto, con la conseguenza di una spiccata variabilità delle soglie di tolleranza da un anno all’altro.

Aumenta il livello di consapevolezza delle valutazioni attuali/prospettiche e il livello di definizione dei ruoli svolti dalle diverse funzioni aziendali nei processi ORSA. In generale, è in crescita il ruolo attivo dei comitati consiliari (in particolare del comitato rischi) di ausilio all’attività dell’organo amministrativo. Nei casi in cui non sono previsti i comitati di controllo e analisi rischi nell’ambito del consiglio, il ruolo predominante nel processo ORSA rimane attribuito alla funzione di risk management, che svolge funzioni di coordinamento del processo e assume la leadership nella redazione della relazione.

E’ ancora limitato il contributo della funzione attuariale nelle valutazioni di carattere più tecnico, in particolare nell’individuazione dei rischi significativi - sia nel baseline scenario che negli scenari avversi. Talvolta sono lasciate alla sola funzione di risk management le valutazioni tecniche in materia di scenari e stress test.

Pur riconoscendo il graduale miglioramento qualitativo rispetto agli esercizi precedenti, la maggiore accuratezza metodologica e l’accresciuta consapevolezza della centralità del processo di valutazione dei rischi e della solvibilità nella gestione aziendale, IVASS sottolinea come le comparazioni sui report 2016 indichino l’esigenza di un rafforzamento complessivo delle analisi ORSA che, nella logica Solvency II, costituiscono uno strumento imprescindibile di governo d’impresa.

STATISTICHE
NEWS