NEWS
Johan HOMBERT and Victor LYONNET
Intergenerational Risk Sharing in Life Insurance: Evidence from France
(Débats économiques et financiers n. 30) - OTTOBRE 2017
Secrétariat General de l’Autorité de Contrôle Prudentiel et de Résolution - Direction des Études
ACPR - BANQUE DE FRANCE
https://acpr.banque-france.fr/
Assicurazione vita

Un recente report dell’Autorità di vigilanza prudenziale in Francia (ACPR) analizza il fenomeno della ripartizione intergenerazionale del rischio, che avviene tramite l’assicurazione vita. Nel documento sono prese in esame le polizze denominate in euro, un mercato che vale 1.300 miliardi di euro.
Dall’analisi emerge che la volatilità dei rendimenti di questi prodotti è minore rispetto a quella degli asset sottostanti. Tale risultato è raggiunto utilizzando le riserve in modo da assorbire le fluttuazioni dei rendimenti e determinando un trasferimento dei rendimenti stessi fra diverse generazioni di investitori.

Il modello matematico utilizzato evidenzia che l’ammontare medio annuo oggetto di trasferimento intergenerazionale si attesta all’1,4% del valore dei contratti, ovvero 17 miliardi di euro, pari allo 0,8% del PIL francese.
Gli autori dimostrano, inoltre, che “spalmare” nel tempo i rendimenti rende più prevedibile la capacità di remunerazione dei contratti, ma tale prevedibilità risulta avere un effetto debole sulla raccolta.

L’analisi mette altresì in luce le specificità delle polizze vita tradizionali denominate in euro e suggerisce che un’evoluzione del mercato verso le polizze di tipo unit-linked si rifletterebbe anche sulla capacità del mercato di redistribuire il rischio fra diverse  generazioni di risparmiatori.

STATISTICHE