NEWS
“Insurance Europe holds seminar on sustainable finance”
Finanza sostenibile

Si è tenuto a Bruxelles nell'ambito dell'Invest Week, il 20 novembre scorso, l'incontro "Insurers’ contribution to sustainable finance", organizzato da Insurance Europe (IE), la Federazione degli assicuratori europei.

All'evento, presieduto da Sergio Balbinot, Presidente della Federazione, ha partecipato il Vicepresidente della Commissione UE Jyrki Katainen, che ha formulato le proprie considerazioni sul tema e sulle azioni che la Commissione intende intraprendere a partire dal prossimo anno.

Alla successiva Tavola rotonda, coordinata da Olav Jones, vice direttore di IE, hanno partecipato Sven Giegold (portavoce del gruppo parlamentare UE dei Verdi), Michael Leinwand (CIO del gruppo Zurich), Carina Silberg (Head of Sustainability di Alecta), e Manuela Zweimueller di EIOPA.

Tutti gli intervenuti hanno sottolineato l'importanza di un approccio di lungo periodo alla sostenibilità e il ruolo che gli assicuratori hanno svolto in passato e potranno sempre meglio svolgere in futuro in questo ambito. Già oggi molte compagnie assicuratrici incorporano i criteri ESG (Environmental, Social, Governance) nelle proprie scelte di investimento. Tuttavia, il settore ha bisogno di asset classes in cui investire, anche per opere infrastrutturali, che tengano in considerazione e siano compatibili coi vincoli di stabilità previsti da Solvency II. La normativa, infatti, dovrebbe riflettere i rischi assunti senza penalizzare eccessivamente l'investimento di lungo termine.

Solvency II rimane un risk based framework e bisogna individuare e rimuovere vincoli normativi che possono disincentivare gli investimenti di lungo periodo e l'innovazione. E' necessario trovare la giusta via per promuovere investimenti ESG che tengano conto dei Sustainable development goals (SDGs) con prodotti finanziari sempre più orientati alla finanza sostenibile e circolare.

Nella prossima primavera, a seguito della pubblicazione del Final Report dell'High Level Expert Group, la Commissione UE proporrà una serie di modifiche al quadro normativo europeo di riferimento.

STATISTICHE