NEWS
“New Uganda Insurance Act to overhaul industry” (ENSAFRICA press release, 13-Sep.-2017)
ENSAFRICA ENSIGHT
https://www.ensafrica.com/
Regolamentazione

E’ stata recentemente pubblicata, nella Gazzetta Ufficiale, la legge di riforma del settore assicurativo in Uganda (“Insurance Act 2017”).

L’intento del legislatore è di riformare la regolamentazione del settore assicurativo, recependo i più moderni principi elaborati dalla IAIS – l’Associazione internazionale delle Autorità di vigilanza assicurativa – e le indicazioni del GAFI-FATF, l’organismo intergovernativo indipendente che formula le linee guida per la lotta al riciclaggio di capitali di provenienza illecita e al finanziamento del terrorismo.

Obiettivo ultimo è quello di porre le basi per un settore solido e moderno, con un impianto regolamentare efficace, in grado di favorire lo sviluppo del business e attirare nuovi investitori.

Fra gli aspetti innovativi di maggiore rilievo:

  • l’introduzione della “licenza perpetua”. Una volta concessa l’autorizzazione ad operare, una compagnia può continuare a farlo a meno che la propria licenza sia sospesa, modificata o revocata al verificarsi di condizioni previste nella nuova legge. La tassa sulla licenza deve essere corrisposta annualmente;
     
  • introduzione dell’approccio di vigilanza risk-based, stabilendo l’adozione di procedure di controllo e la definizione di requisiti patrimoniali per mantenere livelli di capitale adeguati allo svolgimento dell’attività. Sono inoltre imposti limiti alla distribuzione di dividendi e il divieto di ridurre il capitale sociale senza la preventiva autorizzazione da parte dell’Autorità di vigilanza;
     
  • applicazione di criteri moderni di corporate governance nelle compagnie, con l’introduzione della chiara differenziazione fra controllo interno e funzioni operative;
     
  • innovazioni nell’organo collegiale (board) che governa l’Autorità di vigilanza (IRA). La sua composizione è estesa agli alti manager delle Autorità nazionali in materia di mercati finanziari e previdenza, oltre a un rappresentante dell’Istituto di formazione assicurativa del Paese. I membri rimangono in carica per sei anni. I poteri sono estesi al vaglio delle licenze, alla collaborazione con Autorità di vigilanza estere e alla risoluzione del contenzioso in materia assicurativa;
     
  • ampliamento dei poteri di vigilanza dell’IRA sull’operato dei gruppi internazionali presenti nel Paese;
     
  • istituzione di un organismo (Ombudsman) per comporre in via stragiudiziale le liti fra compagnie e i consumatori  (Ombudsman);
     
  • riforma del sistema di formazione professionale di settore, con l’istituzione dell’Insurance Training College, di cui sono regolate le mansioni, le modalità di azione e i criteri di finanziamento.
UE
STATISTICHE