Paul EMBRECHTS
“A Darwinian view on internal models”
Solvency II, Modelli interni


Le discussioni attualmente in corso nel campo della regolamentazione bancaria (Basilea III e IV) e assicurativa (Solvency II e Swiss Solvency Test) hanno in larga parte ad oggetto i modi con cui i modelli interni possono essere utilizzati, dalle imprese vigilate, per il calcolo dei requisiti patrimoniali e degli indici di solvibilità.

Nel presente Paper, l’Autore ricostruisce le discussioni in corso da un punto di vista storico e accademico. Particolare attenzione è posta sul confronto fra formula standard e modello interno, tenendo conto dei numerosi cambiamenti che, dal punto di vista tecnologico, ha di fronte l’industria finanziaria globale.

Le principali conclusioni cui giunge l’Autore sul tema in questione sono le seguenti:

  • i modelli interni sono uno strumento destinato a svolgere un ruolo importante nell’industria dei servizi finanziari: per questo, essi devono essere ben compresi, dettagliatamente documentati, adeguatamente analizzati e ben calibrati;
  • i modelli interni svolgono un ruolo significativo anche sul piano regolamentare, purché il loro utilizzo sia chiaro dal punto di vista metodologico e corretto sul piano scientifico ed etico;
     
  • è essenziale comprendere i cambiamenti nei valori di un modello interno su un determinato arco temporale, piuttosto che concentrarsi sui valori puntuali;
  • il confronto fra modelli interni e formula standard è da considerare utile; le discrepanze rilevanti devono essere spiegate ed essere oggetto di reporting;
  • l’innovazione tecnologica (“FinTech”) può far evolvere la stessa nozione di modello interno nel settore dei servizi finanziari;
  • il modo in cui vengono determinati i requisiti patrimoniali ha effetti rilevanti sull’offerta dei prodotti e sullo sviluppo dei cosiddetti “shadow markets”;
  • la governance delle imprese dovrebbe garantire che l’utilizzo dei modelli interni migliori la performance del settore, a beneficio di tutti gli stakeholders coinvolti.
STATISTICHE
NEWS