NEWS
“Nasce il primo Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane”
Welfare

MBS Consulting ha presentato, presso la Camera dei Deputati, i risultati del primo Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane.

Il welfare delle famiglie in Italia mobilita complessivamente 109 miliardi di euro (il 6,5% del PIL), su un totale di spesa sociale privata e pubblica -  pari a 666 miliardi.Per le famiglie si tratta ormai della terza voce di spesa dopo quelle per alimentari e casa. Ma permangono tutt'ora grandi squilibri: crisi e difficoltà economiche stanno determinando estesi fenomeni di rinuncia alle prestazioni, spesso anche di livello essenziale, come per esempio cure sanitarie e assistenza ad anziani e a persone non autosufficienti.

Le voci principali del sistema di welfare nel nostro Paese sono le seguenti:

  • la previdenza e la protezione sociale, che valgono il 21,2% del PIL (354,2 miliardi, la maggior parte dei quali concentrata nelle pensioni pubbliche);
  • la sanità, che vale l’8,2% del PIL (148,2 miliardi);
  • l’assistenza sociale, che vale 31,2 miliardi, dei quali solo il 52,4% attribuibile alla mano pubblica;
  • l’istruzione, che vale 77,6 miliardi (4,6% del PIL, con un’importante quota a carico delle famiglie);
  • il settore cultura e tempo libero, pari a 17,8 miliardi (1,1% del PIL).

Si ha conferma nell’indagine che una quota crescente di famiglie rinuncia alle spese sanitarie: 9,3 milioni di famiglie (36,7% del totale), infatti, dichiara di avere fatto rinunce, parziali o totali. La quota sale al 56,5% per chi si trova in condizioni di debolezza economica.
Il settore più critico è quello dell'assistenza agli anziani e ai non autosufficienti, con un tasso medio del 76,2%. La rinuncia a cure sanitarie è mediamente del 36,7% e sale al 58,9% per la fascia più debole. La rinuncia ai servizi per la cura dei figli è mediamente del 41,1% (per i meno abbienti del 54,8%), mentre nell'istruzione è rispettivamente del 35,4% e del 57,7%. Le famiglie rinunciano anche a spese per la cultura e il tempo libero: in media il 33,8% e nel segmento più debole il 50,5%.

L’indagine sottolinea la necessità di una fiscalità che aiuti le famiglie e renda sostenibile un sistema sociale dove il settore pubblico sta progressivamente alleggerendo il proprio impegno.

________________________________

(1) MBS CONSULTING  – WEBPAGE DI PRESENTAZIONE dell’ “Osservatorio”
https://www.mbsconsulting.com/nasce-primo-osservatorio-sul-bilancio-welfare-delle-famiglie-italiane/

STATISTICHE