STATISTICHE
“Annual statistics 2016” (IRA)
“2016 Insurance Industry Annual Report” (AKI)
IRA – INSURANCE REGULATORY AUTHORITY - http://www.ira.go.ke/
AKI – ASSOCIATION OF KENYA INSURERS - http://www.akinsure.com/
Analisi dei mercati


L’andamento del mercato assicurativo in Kenya nel 2016(1)  è diffusamente descritto nel report dell’Associazione nazionale delle compagnie assicuratrici (AKI) e dai dati dell’Autorità di vigilanza di settore (IRA).

La raccolta premi lorda a fine esercizio si è attestata a 197 miliardi di scellini kenioti (1,6 miliardi di euro), ovvero il 13,4% in più rispetto al 2015. Il  62% della raccolta è derivato dal comparto danni,  il 38% dal vita.

Questi dati evidenziano un’evoluzione positiva del business, che però risulta più lenta rispetto a quella dell’economia nazionale. Infatti, il tasso di penetrazione assicurativa (premi/PIL) ha raggiunto nel 2016 il 2,75%,  in flessione per il terzo anno consecutivo.

Il comparto danni ha raccolto 123 miliardi di scellini (1 miliardo di euro), il 10% in più rispetto all’esercizio precedente, mentre il vita - con 74 milioni di scellini (600 milioni di euro) -   è cresciuto del 19,5%.

Il principale ramo del comparto danni  si è confermato quello delle coperture sanitarie,  con premi raccolti per 38,7 miliardi di scellini (312 milioni di euro), il 30,4% in più rispetto al 2015.  Seguono i rami auto: quello delle coperture per veicoli commerciali, con 24 miliardi di scellini (194 milioni di euro), e quello per veicoli privati, con 20,5 miliardi di scellini (165 milioni di euro). La raccolta premi per i due rami auto ha avuto però un andamento divergente: se le coperture per i veicoli commerciali si sono ridotte dell’1,1%, quelle per i veicoli privati sono aumentate del 7,7%.

I sinistri netti dell’esercizio sono ammontati a 54,9 miliardi di scellini (443 milioni di euro), pari all’11,7% in più nell’anno.

Come per il 2015, coperture sanitarie e ramo auto hanno inciso in misura prevalente sugli oneri dell’esercizio.

La gestione tecnica danni si è chiusa con un saldo negativo di 2,1 miliardi di scellini (17 milioni di euro), su cui pesa in modo determinante il passivo di oltre 3,4 miliardi di scellini (27 milioni di euro) realizzato dal  segmento auto private.

Per quanto riguarda il  settore vita, la raccolta ha visto la prevalenza delle polizze previdenziali (38%), seguite da quelle tradizionali individuali (30%) e da quelle collettive (28%). Le polizze previdenziali hanno registrato il più significativo incremento della raccolta (+30,5%).

Gli oneri per sinistri e prestazioni vita sono ammontati a 34,2 miliardi di scellini (276 milioni di euro), il 15,7% in più rispetto al 2015. Il 44,9%  del totale era riferibile a polizze previdenziali, il 28,6% a polizze tradizionali individuali e il 26,5% a polizze collettive.

A fine esercizio risultavano in attività 52 compagnie assicuratrici, di cui 26 danni, 14 vita e 12 miste.

I ranking di raccolta 2016 Swiss Re (“Sigma”), basati sulla raccolta premi 2016,  collocano il Kenya  al 4° posto fra i mercati assicurativi africani e al 59° su scala mondiale.

________________________________

(1) Per l’esercizio precedente, si veda: “Kenya: nel 2015 premi in aumento e redditività in calo”, in Panorama Assicurativo n. 158, dicembre 2016 (sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38254&est=1

 

NEWS