“Reforms to compensation payouts announced” (7-Sep.-2017)
Assicurazione auto, Danno a persona


Continua a tenere banco, nel Regno Unito, il tema del tasso di sconto da utilizzare per la valutazione del risarcimento dei danni alla persona.

Si tratta di un tasso particolarmente importante per determinare l’entità delle somme da corrispondere ai danneggiati e per stabilire gli accantonamenti a riserva nei bilanci delle imprese assicuratrici.

Quando le vittime di danno fisico di grave entità (tale da motivare modifiche sostanziali allo stile di vita) accettano il versamento delle compensazioni in un’unica soluzione, infatti, tale ammontare viene calcolato sulla base dell’interesse ottenibile in caso di investimento.
Per l’accertamento definitivo della somma dovuta per la compensazione, i tribunali applicano un tasso denominato “Discount Rate”, collegato alla redditività degli investimenti a più basso rischio (Index Linked Gilts).

Alla fine dello scorso febbraio era stata annunciata – da parte del Ministry of Justice – una forte riduzione del tasso di sconto (da 2,5% a -0,75%) utilizzato per il calcolo dei risarcimenti dovuti a fronte di grave danno alla persona. Il provvedimento era stato fortemente criticato dall’Associazione degli assicuratori britannici (1).

Il 7 settembre scorso, per contro, il Ministry of Justice è tornato sui propri passi, annunciando una revisione del livello del tasso di sconto, che dovrebbe, secondo le stime, porsi a un livello compreso tra lo 0% e l’1%, impegnandosi per il futuro a una revisione a cadenza almeno triennale, da effettuare con il supporto di un panel di esperti indipendenti.

________________________________

(1) Si veda, in proposito: Regno Unito: ‘discount rate battle’ nel risarcimento del danno alla persona, in Panorama Assicurativo n. 162, aprile 2017 (Sezione “NORMATIVA”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38550&est=1

STATISTICHE
NEWS