STATISTICHE
“El Mercado Español de Seguros en 2016” (giugno 2017)
Servicio de Estudios de MAPFRE
Analisi dei mercati

 

Il  report di Fundación Mapfre sul mercato assicurativo spagnolo evidenzia che il 2016 è stato un esercizio caratterizzato dalla ripresa della domanda di coperture sia nel settore vita sia in quello danni(1).

Lo confermano, innanzitutto, i principali indicatori macroeconomici del settore: il tasso di penetrazione assicurativa (premi/PIL) si è attestato al 5,7%, invertendo la tendenza al ribasso degli ultimi anni, mentre la spesa assicurativa pro-capite ha raggiunto il massimo storico di 1.373 euro, il 12,4% in più  rispetto al 2015.

La raccolta premi è stata di 63,8 miliardi di euro, con un incremento annuo del 12,4%.

I premi del settore danni hanno registrato il terzo incremento annuo consecutivo (+4,7%), per complessivi 32,8 miliardi di euro. Questo dato, secondo Fundación Mapfre, riflette la ripresa dell’attività economica del Paese ed esprime la maggiore capacità di spesa di famiglie e imprese.

Anche la redditività del comparto è migliorata: il combined ratio, infatti, è passato dal 94,7% del 2015 al 93,6%.

Le coperture auto si sono confermate la voce di maggiore rilevanza del comparto danni, con una quota del 32,3%. La raccolta si è attestata a 10,6 miliardi di euro, segnando un incremento del 5,1% rispetto all’esercizio precedente.
Il dato è di particolare rilievo se si considera che si tratta della seconda variazione positiva registrata dal 2007. Secondo gli Autori del report, questo andamento è indicativo - da un lato -  della ripresa economica che si riflette nell’incremento del parco auto circolante e  - dall’altro -  di un certo grado di maturità del business,  che ha saputo ampliare la gamma di offerta in uno scenario fortemente condizionato dalla concorrenza tariffaria.

Le coperture sanitarie si sono confermate come seconda voce per importanza nel settore danni, con una quota pari al 23,6% della raccolta. I premi hanno raggiunto i 7,7 miliardi di euro, segnando un incremento del 5,1%. Va rilevato che il ramo ha continuato a espandersi anche durante gli anni più difficili della crisi economica.

Una decisa ripresa ha riguardato anche il comparto vita, che ha segnato un aumento del 21,8%, con  premi complessivi pari a 31,1 miliardi di euro. A sostenere la raccolta ha contribuito in misura determinante la domanda di prodotti finalizzati al risparmio, che – pur in presenza di bassi tassi di rendimento – si sono rivelati più appetibili di altre forme di investimento offerte dal mercato finanziario.

In particolare, le coperture caso morte hanno registrato un incremento di raccolta dell’11,4% - riflettendo la ripresa del mercato immobiliare -, mentre i prodotti con finalità di risparmio/previdenza hanno segnato un +23,6%.

Il volume complessivo degli investimenti del settore ha raggiunto i 287 miliardi di euro a fine esercizio, di cui il 56,5% riferibili al comparto vita.

________________________________

(1) Sull’andamento dell’assicurazione in  Spagna nel 2016, si veda anche: “Spagna: ruolo sociale dell’assicurazione e dati 2016. Report dell’Associazione e della Vigilanza”, in Panorama Assicurativo n.167,  settembre 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38950&est=1

 

NEWS