STATISTICHE
"Tableau de bord de l'assurance 2016"
FFA – FÉDÉRATION FRANÇAISE DE L’ASSURANCE
https://www.ffa-assurance.fr/
Analisi dei mercati

 

FFA - la Federazione delle compagnie assicuratrici francesi -  ha pubblicato il Tableau de bord riferito all’esercizio 2016, che illustra l’andamento del settore presentando un’articolata selezione di dati quantitativi(1).

La raccolta premi diretta ha registrato un lieve incremento rispetto al 2015 (+0,1%), per complessivi 208,8 miliardi di euro, frutto di una contrazione della raccolta vita (-0,5%) e di un aumento (+1,9%) di quella danni.

La composizione del mercato ha visto le coperture alla persona (vita, infortuni e malattia) mantenere una quota pari a tre quarti del totale (155,5 miliardi di euro), mentre il restante quarto è attribuibile alle coperture per beni e responsabilità (53,4 miliardi).

Nel comparto delle coperture per beni e responsabilità, l’andamento della raccolta è risultato frenato alla debole crescita economica e dalla forte concorrenza tariffaria. Segnali positivi sono venuti dalle coperture per le famiglie, che hanno registrato 33,6 miliardi di euro (pari al 63% della raccolta di comparto), con un incremento del 2,5%  rispetto al 2015. Le coperture aziendali hanno invece ottenuto un incremento dello 0,8%, totalizzando 19,8 miliardi di euro.

I rami trainanti si sono confermati l’auto e le coperture per le abitazioni, che hanno contribuito a realizzare, rispettivamente, il 39% e 19,2% della raccolta di comparto e sono cresciute, nell’anno, dell’1,8% e del 2,5%.

Con riguardo  agli oneri per sinistri e prestazioni, il comparto danni ha dovuto fare i conti con due fattori principali: l’incremento del costo medio dei sinistri auto e l’espansione dei danni derivanti da eventi naturali. In questo ultimo ambito si sono registrati impegni per 2,4 miliardi di euro, di cui 1,4 miliardi solo per i danni provocati dalle alluvioni che hanno interessato i bacini di Senna e Loira fra maggio e giugno 2016.

Questi due fattori hanno inciso significativamente sull’incremento degli oneri complessivi dell’anno, accresciuti del 5,2%.

Nel comparto delle coperture alla persona, il calo nella raccolta risulta ascrivibile alla flessione dei prodotti vita e capitalizzazione (-1,2%, con premi per 133,9 miliardi di euro). Il dato riflette la diminuzione sia dei prodotti “in euro” (-0,8%) sia di quella “in unità di conto” (-2,5%).
Andamento opposto è stato riscontrato per le coperture infortuni e malattie, che hanno ottenuto un +3,6% (premi raccolti per 21,5 miliardi di euro).

Fra i fattori che hanno frenato lo sviluppo  del comparto sono compresi, secondo FFA, i bassi tassi di interesse e la debole performance della Borsa francese.
Le prestazioni sono aumentate del 4,3%, per complessivi 133,7 miliardi di euro, di cui 116,8 miliardi legati a polizze vita e capitalizzazione (+4,3% nell’anno) e 16,9 miliardi per infortuni e malattie (+4,9%).

Nonostante le difficoltà della congiuntura economica, il settore assicurativo ha rafforzato la propria rilevanza nel patrimonio delle famiglie transalpine, raggiungendo una quota del 16% nella composizione del portafoglio (+1 punto  percentuale nell’anno) e del 54% fra gli investimenti a medio-lungo termine.

________________________________

(1) Sull’andamento dell’assicurazione in Francia nel 2016,  si veda anche: “Pubblicati da FFA i dati sul mercato assicurativo in Francia nel 2016”, in Panorama Assicurativo n.166,  agosto 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=38895&est=1

 

NEWS