NEWS
“Preliminary sigma estimates: Total losses from disaster events rise to USD 158 billion in 2016”
Calamità naturali

Sigma, la rivista di Swiss Re, ha pubblicato i dati preliminari relativi alle calamità naturali e provocate dall’uomo verificatesi nel 2016.

Le vittime complessive sono state circa 10.000, mentre il totale delle perdite economiche è stato pari a 158 miliardi di dollari, con un notevole aumento rispetto ai 94 miliardi del 2015. I danni assicurati sono invece ammontati a 49 miliardi, contro i 37 miliardi dell’anno precedente.

La gran parte dei danni economici (150 miliardi) è dovuta alle calamità naturali, in particolare terremoti, che hanno colpito Giappone, Taiwan, Ecuador, Italia e Nuova Zelanda, nonché a alluvioni e uragani, tra i quali il più importante è stato l’uragano Matthews che ha interessato Centro America e Stati Uniti.

I dati preliminari sottolineano il gap tra danni economici totali e danni assicurati, evidenziando il livello di sottoassicurazione che riguarda molte parti del mondo.

Tra queste c’è senz’altro l’Italia, dove i terremoti che hanno colpito le regioni del Centro hanno causato danni economici complessivi stimabili in 5 miliardi di dollari, mentre l’importo dei sinistri assicurati risulta pari solo a 70 milioni, principalmente riferiti a danni subiti da aziende.

STATISTICHE