Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=41161)
PUBBLICATO “HEALTH AT A GLANCE 2019”: CRESCE LA SPESA SANITARIA NEI PAESI OCSE
Sanità


Nei prossimi 15 anni la spesa sanitaria supererà la crescita del PIL in quasi tutti i Paesi OCSE, secondo le previsioni di Health At A Glance 2019, il report statistico biennale sui sistemi sanitari(1).

La spesa sanitaria pro capite crescerà a un tasso medio annuo del 2,7% nei Paesi aderenti all’Organizzazione e raggiungerà il 10,2% del PIL entro il 2030, rispetto all'8,8% nel 2018.

In base agli indicatori OCSE, nel 2017 il Paese che ha speso maggiormente per la sanità sono gli Stati Uniti, dove la spesa ha inciso per il 16,9% del PIL, seguiti dalla Svizzera, con il 12,2%.
Germania, Francia, Svezia e Giappone hanno speso quasi l'11% del PIL, mentre in Paesi come Messico, Lettonia, Lussemburgo e Turchia la spesa è stata inferiore al 6% del PIL.

Sono necessarie riforme per migliorare l’efficienza economica della spesa sanitaria. L’utilizzo di farmaci generici ha generato risparmi, anche se tali farmaci rappresentano solo circa la metà del volume dei medicinali venduti nei Paesi OCSE. Un maggiore ricorso al day hospital, minori tassi di ospedalizzazione e più limitati soggiorni nelle strutture indicano anch’essi un utilizzo più efficiente delle risorse ospedaliere.

Un altro aspetto importante è quello della sicurezza dei pazienti. Quasi il 5% dei pazienti ospedalizzati ha registrato un'infezione associata all'assistenza sanitaria nel 2015-17: questo problema, oltre agli effetti sullo stato di salute, è legato anche a questioni relative ai costi a carico dei servizi sanitari.

Una persona nata oggi può aspettarsi di vivere in media quasi 81 anni nei Paesi OCSE, ma i miglioramenti dell'aspettativa di vita stanno recentemente rallentando, in particolare negli Stati Uniti, in Francia e nei Paesi Bassi. A questo proposito, il 2015 è stato un anno particolarmente negativo, con l'aspettativa di vita in calo in 19 Paesi. Tra le cause del fenomeno, l'aumento dei livelli di obesità e diabete, che hanno reso difficile mantenere i precedenti progressi nella riduzione dei decessi per malattie cardiache e ictus, le malattie respiratorie come l'influenza e la polmonite e i decessi correlati agli oppioidi, che dal 2011 sono aumentati di circa il 20% nei Paesi OCSE e hanno causato circa 400.000 vittime solo negli Stati Uniti.

Al tema dell’invecchiamento e della Long Term Care è dedicato un capitolo di approfondimento.

____________________
(1) Per l’edizione precedente, si veda: “Per una vita più lunga e sana non basta l’aumento della spesa sanitaria: “Health at a Glance” 2017 OCSE”, in Panorama Assicurativo n. 170, dicembre 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39239&est=1