Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=41157)
REPORTING DI VIGILANZA IN EUROPA: I RISULTATI DEL “FITNESS CHECK” DELLA COMMISSIONE
EUROPEAN COMMISSION - https://ec.europa.eu/
Reporting, Vigilanza

 

Il 7 novembre scorso, la Commissione europea ha pubblicato i risultati di un “controllo di idoneità”  (“fitness check”) dei requisiti di reporting  di vigilanza nell’ambito della normativa europea sui servizi finanziari.

Di seguito, i principali risultati  dell’iniziativa:

  • i requisiti di reporting, in vigore a partire dalla crisi finanziaria, si sono dimostrati efficaci nel fornire le informazioni necessarie. Il reporting, tuttavia, non risulta tanto efficiente quanto potrebbe, a causa di incongruenze tra le regole di informativa che aumentano gli oneri amministrativi per le istituzioni finanziarie e gli altri attori del mercato e, inoltre, riducono la qualità e la fruibilità dei dati a disposizione dei supervisors;
  • la recente tendenza che spinge verso la data-driven supervision e i progressi nell’ambito dei Big Data richiederanno, nel prossimo futuro, la disponibilità di dati sempre più granulari e di elevata qualità;
  • sono già in corso azioni di miglioramento “mirate” (in alcuni casi già completate) nell'ambito di processi settoriali di riforma della normativa UE (e di altre iniziative);
  • da parte della UE e degli stakeholders è necessario un approccio “a tutto tondo” per snellire ulteriormente i requisiti e sviluppare un reporting  di vigilanza adeguato per il futuro.  Ciò richiederà di migliorare, ad esempio, i  processi legislativi per la definizione delle regole di reporting;  in relazione ai dati, la revisione  delle norme d’uso da parte delle Autorità di vigilanza; aspetti di coerenza e armonizzazione con riguardo a terminologia comune, data standards,  formati e identifiers;  aspetti legati a governance, coordinamento e cooperazione tra Autorità, anche in materia di riutilizzo e condivisione dei dati;   uso di soluzioni/strumenti tecnologici nell’ambito della regolamentazione e della supervisione.