Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=41147)
I RISPARMIATORI E IL CAMBIAMENTO CLIMATICO: UNA RICERCA DEL FORUM PER LA FINANZA SOSTENIBILE E DOXA
FORUM PER LA FINANZA SOSTENIBILE - https://finanzasostenibile.it/
Risparmio, Cambiamento climatico


Il 12 novembre scorso è stata presentata la ricerca su “Risparmiatori italiani e cambiamento climatico”, promossa dal Forum per la Finanza Sostenibile con Doxa.

L’obiettivo principale dell’indagine(1) è quello di esaminare le attitudini dei risparmiatori/investitori italiani per comprendere se e come i temi ambientali possono influenzare le decisioni di investimento.
La ricerca prevede una sezione generale sulle attitudini di risparmio e investimento, seguita da un’analisi sulla propensione a integrare considerazioni di sostenibilità nelle scelte finanziarie. È previsto altresì un approfondimento dedicato al cambiamento climatico, con il dettaglio delle attitudini di investimento di coloro che si mostrano più sensibili alle tematiche ambientali.

Gli aspetti ambientali cui gli italiani prestano maggiore attenzione sono la raccolta differenziata, l’utilizzo di lampadine a led e l’adozione di comportamenti quotidiani finalizzati a ridurre gli sprechi (più del 60% degli intervistati ha assunto comportamenti virtuosi in tal senso).
Le emergenze ambientali che preoccupano di più (citate da 1 risparmiatore su 2) sono l’aumento delle temperature e il conseguente scioglimento dei ghiacciai, insieme all’inquinamento atmosferico e marino.

Un risparmiatore su tre (31%) è disponibile ad aumentare le masse investite in prodotti finanziari attenti agli aspetti ambientali. Tuttavia, indipendentemente dal grado di sensibilità ambientale, quasi il 60% degli intervistati concorda sul fatto che le tematiche ESG non sono tenute nella giusta considerazione da parte degli operatori bancari e finanziari, benché accrescano i profitti secondo il 47% dei risparmiatori e riducano i rischi secondo il 37%.
La diffusione degli investimenti sostenibili rimane ancora limitata: solo un risparmiatore su quattro ha sottoscritto prodotti SRI (dato stabile rispetto al 2018). Rimane invariata anche la quota di risparmiatori che cambierebbero intermediario finanziario per avere un’offerta più ampia di prodotti SRI (57%).

 

_________________
(1) Sono state raccolte 1.012 interviste a persone di età compresa tra 25 e 64 anni, distribuite su tutto il territorio nazionale, che hanno investito nell’ultimo anno risparmi per almeno 1.000 euro. I dati sono stati rilevati attraverso un questionario strutturato composto da domande chiuse e da alcuni approfondimenti con domande a risposta spontanea.