Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=41101)
CAMBIAMENTO CLIMATICO, ASSICURAZIONE, REGOLAMENTAZIONE: WHITE PAPER MILLIMAN
Kyle AUDLEY, Dana-Marie DICK, Natasha SINGHAL
Cambiamento climatico, Risk management


Milliman ha recentemente pubblicato un White Paper sugli effetti del cambiamento climatico, i nuovi rischi a carico dell’industria assicurativa e i conseguenti riflessi sulla regolamentazione nel Regno Unito e in Europa.

I rischi  derivanti dal climate change nell’attività assicurativa possono essere classificati in rischi fisici e rischi di transizione(1). Fra i primi sono inclusi i rischi diretti, ossia i danni alle cose o alle persone derivanti da eventi causati dal cambiamento climatico. Fra i secondi, invece,  sono compresi i rischi derivanti dalla svalutazione delle attività legate alla modifica del contesto legislativo e alle strategie di riconversione verso un sistema produttivo carbon-free.

Le Autorità di regolamentazione del Regno Unito (FCA – Financial Conduct Authority e PRA – Prudential Regulation Authority) stanno progressivamente adottando nuove regole che prevedono, ad esempio, la nomina di un Senior Manager responsabile della gestione dei rischi derivanti dal riscaldamento terrestre.

A livello più generale, la Task Force on Climate-related Financial Disclosures del Financial Stability Board (2) ha  recentemente pubblicato  alcune raccomandazioni relative alla disclosure dei rischi finanziari derivanti dal climate change.

Per quanto riguarda la regolamentazione europea -  e, in particolare, Solvency II  -   anche se è vero che il rischio di climate change può rientrare nella categoria più generale dei rischi di calamità naturale, EIOPA raccomanda di utilizzare strumenti complementari di valutazione (come l’analisi di scenario) per tenerne debitamente conto.

In linea generale, conclude il Report, la complessità del problema deriva dal fatto che gran parte dei rischi può essere classificata come “tipping point”, ossia rischi dall’evoluzione non lineare, alla quale si aggiunge la necessità di investimenti infrastrutturali e della loro incentivazione per una transizione equilibrata.

_________________________

(1) Sul tema, si veda, ad esempio: “Cambiamento climatico: la necessita’ di agire subito e il ruolo delle assicurazioni (Mark Carney, B0E)”, in Panorama Assicurativo n. 145, novembre 2015 (Sezione “NEWS”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=37184&est=1

(2) Si veda: “Report della task force del FSB sul reporting del cambiamento climatico”, in Panorama Assicurativo n. 181, novembre 2018 (Sezione “NORMATIVA”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=40094&est=1