Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=39347)
EIOPA: “OPINION” SULLA VALUTAZIONE DEI MODELLI INTERNI IN PRESENZA DI VOLATILITY ADJUSTMENT DINAMICO
EIOPA – EUROPEAN INSURANCE AND OCCUPATIONAL PENSIONS AUTHORITY - https://eiopa.europa.eu/
Vigilanza, Modelli interni

 

Il 20 dicembre scorso, EIOPA ha pubblicato una “Opinion” in materia di valutazione dei modelli interni da parte delle Autorità di vigilanza, con particolare riguardo al cosiddetto Volatility Adjustment dinamico (DVA).
L’ “Opinion” è rivolta alle Autorità nazionali e sottolinea l’importanza di pratiche e approcci comuni, a livello europeo, per quanto concerne l’utilizzo di modelli interni per il calcolo del SCR.

Il Volatility Adjustment, come è noto, è una delle misure anticicliche previste da Solvency II per la valutazione dei contratti assicurativi che contengono garanzie di lungo termine; esso consente di stabilizzare il bilancio delle imprese in periodi di elevata volatilità dei mercati finanziari. I modelli interni che fanno uso di un VA dinamico prevedono che l’aggiustamento si muova in linea con gli spread creditizi modellati nell’orizzonte annuale di previsione dei fondi propri di base.
EIOPA ritiene che l’utilizzo del VA dinamico sia un’area in cui la convergenza delle pratiche di vigilanza deve essere rafforzata. In tal senso, l’Autorità europea sottolinea che le imprese, nell’utilizzare il VA dinamico, dovrebbero essere guidate dal principio di prudenza, nel senso che il modello interno dovrebbe portare a un SCR che garantisca un livello di protezione degli assicurati almeno pari a quello derivante dall’applicazione della metodologia EIOPA sul VA(1).

Nella valutazione del modello e del relativo sistema di risk management, le Autorità di vigilanza dovrebbero seguire un approccio olistico: ciò significa, da un lato, che dovrebbero essere applicati tutti i test e gli standard sui modelli interni e, dall’altro, che non dovrebbero essere consentiti incentivi non corretti in termini di gestione dei rischi. 

Le imprese dovranno fornire un’adeguata illustrazione della metodologia utilizzata nell’applicazione del VA dinamico nell’annuale Solvency and Financial Condition Report (SFCR).

 

__________________________

(1) Su tale metodologia, si veda: “Technical documentation of the methodology to derive EIOPA’s risk-free interest rate term structures” (EIOPA-BoS-15/035 - 27 June 2017)
https://eiopa.europa.eu/Publications/Standards/Technical%20Documentation%20(27%20June%202017).pdf#search=EIOPA-BoS-15%2F035%2C