Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=39214)
STATI UNITI: 3° REPORT DEL TESORO SUI PRINCIPI FONDAMENTALI PER LA REGOLAMENTAZIONE IN CAMPO FINANZIARIO
U.S. DEPARTMENT OF THE TREASURY - https://www.treasury.gov/Pages/default.aspx
Regolamentazione

Il 26 ottobre scorso, il Dipartimento del Tesoro statunitense ha pubblicato un Report (il terzo della serie) che esamina il quadro regolamentare vigente nei settori dell’asset management e delle assicurazioni e formula raccomandazioni affinché tale quadro sia allineato con i principi ritenuti basilari dall’Amministrazione in materia di regolamentazione finanziaria.
Le valutazioni del Tesoro si concentrano su quattro aree chiave: la valutazione adeguata del rischio sistemico, la garanzia di una regolamentazione efficace, la razionalizzazione degli impegni internazionali, la promozione della crescita economica e di decisioni informate.
Le industrie dell’asset management e delle assicurazioni statunitensi sono di assoluta rilevanza a livello mondiale: 9 delle 10 principali società di gestione hanno sede negli Stati Uniti, mentre il mercato assicurativo USA è il più grande del mondo e rappresenta il 29% del totale.
Nel Report, il Tesoro americano identifica numerose strade per migliorare il quadro regolamentare per i due settori in questione:

  • sostenere valutazioni del rischio sistemico basate sul tipo di attività svolta;
     
  • migliorare il coordinamento tra il Federal Insurance Office (FIO) e i regolatori assicurativi statali (Insurance Commissioners);
     
  • mantenere l’impegno nelle sedi internazionali al fine di promuovere i settori in questione e la loro regolamentazione;
     
  • aumentare la trasparenza del processo di definizione degli standard internazionali;
     
  • promuovere robusti piani di gestione del rischio di liquidità nei due settori;
     
  • sostenere gli investimenti infrastrutturali da parte delle imprese di assicurazione tramite l’introduzione di requisiti patrimoniali ben calibrati;
     
  • aumentare le possibilità di scelta dei consumatori qualificando le rendite come opzione di investimento per i fondi pensione aziendali;
     
  • migliorare lo scambio di informazioni nel settore assicurativo.