Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramaassicurativo.ania.it/?idcnt=38987)
IVASS: ANALISI DEI TREND DI OFFERTA DEI PRODOTTI ASSICURATIVI, 1° SEMESTRE 2017
IVASS ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - http://www.ivass.it/
Analisi dei mercati

 

Tra le attività svolte dall’IVASS ai fini di tutela del consumatore rientra l’analisi dei trend dell’offerta assicurativa, con cui si rilevano i nuovi prodotti immessi nel mercato, allo scopo di cogliere i trend di offerta  e gli eventuali elementi di innovazione.

A partire dal 1° semestre 2017, l’Istituto ha ritenuto  di pubblicare i risultati delle analisi, al fine di istituire un periodico osservatorio in favore dei vari stakeholder e prevenire potenziali ambiti di rischio.

Il quadro generale del mercato assicurativo italiano, caratterizzato da un calo della produzione, mostra nei primi sei mesi del 2017 segnali di vivacità nel lancio di nuove offerte, anche nel modo di concepire le varie tipologie di coperture per rispondere alla crescita diffusa di incertezza e all’aumento dei connessi bisogni di protezione da parte di persone e imprese.

Per quanto riguarda il settore vita, in un contesto economico finanziario sfavorevole legato all’andamento dei tassi di interesse, si assiste a un dinamismo da parte delle imprese nel promuovere nuovi prodotti. Si registra, infatti, una non trascurabile crescita generalizzata del numero di nuovi prodotti, che vede la ripresa delle unit linked e la tenuta di prodotti rivalutabili e multiramo.

Le novità introdotte dalla Legge di bilancio 2017 potrebbero favorire la diffusione di forme di investimento a medio termine (c.d. PIR), nati con l’obiettivo di veicolare i risparmi delle famiglie verso le piccole e medie imprese italiane. L’investimento avviene attraverso strumenti finanziari come obbligazioni, azioni, quote di fondi di investimento, contratti di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione.

In ambito previdenziale si assiste a un rafforzamento del ruolo degli strumenti di flessibilità ai fini pensionistici (APE-Anticipo pensionistico- e RITA-Rendita integrativa temporanea anticipata).

Nel settore danni, l’innovazione tecnologica nella r.c.  auto ha ormai completamente modificato il panorama dei rischi, impattando enormemente sui prodotti assicurativi, con proliferazione di formule tariffarie per polizze a tempo o a chilometraggio predefinito, o volte a monitorare lo stile di guida degli assicurati.

Cambiano gli stili di vita degli italiani e cambiano anche le assicurazioni che consentono di tutelarli, con prodotti nuovi; ad esempio,  a copertura dei rischi quando si va in bici o a protezione dalle conseguenze finanziarie di un matrimonio annullato o rinviato.

Si viaggia di più e si avvertono maggiori timori nel farlo; si articolano pertanto ipotesi di copertura non solo di singoli viaggi ma anche su base annuale di tipo multi trip.

Aumentano anche le attenzioni per gli animali domestici,  che trovano risposta in polizze e servizi ad hoc.

Per le polizze sull’abitazione e a tutela della persona, infine, spesso si ricorre a formule modulari, uno strumento che scompone i prodotti nelle loro garanzie principali e che consente al cliente di ricostruire un package su misura.